Un festival di nomi poco conosciuti, quello 2017.  Dove per “poco conosciuti” non intendiamo dire minori o di poco conto, ma nomi nuovi, nomi che non rimandano alla storia della canzone italiana ma solo al suo presente. Si vede già dalla classifica finale, con nomi di “big” come Bianca Atzei, Elodie, Samuel, Chiara, Clementino…. nomi senza cognome, star dei reality e della TV immediata. Poca storia anche nel podio finale, con l’unica vera big del passato, Fiorella Mannoia, che arriva seconda tra Ermal Meta (terzo) e Francesco Gabbani, che ha vinto l’edizione.

La finale

La serata era iniziata con la bella esibizione del gruppo di disabili “Ladri di Carrozzelle”, era proseguita con il ricordo delle recenti tragedie sismiche grazie al racconto di  Maria Gaetana Albina Di Lena del nucleo operativo dei Carabinieri di Chieti, poi l’ospite Zucchero e il via alla gara. Stacco comico di Maurizio Crozza, quindi la storica voce di Mina e ancora canzoni in gara. Dopo le clamorose esclusioni dei giorni scorsi (Al Bano, D’Alessio…) continua la strage e i grandi nomi scivolano in fondo. Marco Masini, Paola Turci, Michele Zarrillo... rimangono questi nuovi nomi e su tutti lui, Francesco Gabbani, questo moderno “Renato Zero”.