Home » Notizie » Il caldo provoca i terremoti? Non credete alle bufale estive!

Il caldo provoca i terremoti? Non credete alle bufale estive!

Ci pensano già i TG nazionali a farci pesare oltre misura le ondate di calore, ma come se non bastasse a farci salire il panico ci si mettono pure le “fake news” -le notizie inventate, o “bufale”– che piovono ad ogni estate puntuali sui nostri siti. Ce ne sono davvero incredibili, meglio delle barzellette del cabaret, ma altre sono angoscianti e possono avere effetto sulle menti di persone più sensibili o ingenue. DIFENDETEVI dalle bufale estive, e non credete a tutto quel che leggete.

Terremoti e scie celesti non c’entrano col caldo

Una che avrete sentito dire spesso, molto diffusa al sud ad esempio, è : se aumenta il caldo ci sarà certamente un terremoto! Niente di più stupido! Aristotele credeva che i terremoti fossero generati dai “vapori caldi” che escono dal terreno ma la sua scienza antica si scontra oggi con il progresso che ci permette di sapere che è vero che, a volte, certi vapori caldi sprigionati dal suolo preannunciano un terremoto … ma solo se ci troviamo in cima a un vulcano. E quei vapori sono gas emessi dal magma in risalita. I terremoti in realtà non hanno alcun collegamento col meteo, piuttosto con i movimenti interni della Terra, là dove l’aria (calda o fredda che sia) non arriva! Il caldo eccessivo è provocato dalle “scie chimiche” degli aerei … altra bufala incredibile! Le scie chimiche non esistono, al contrario le scie di scarico degli aerei diventano più visibili in estate per via dell’umidità, perciò ci sembrano molte di più in cielo.

Le pannocchie non fanno i pop corn!

Se ascoltate bene il TG sentirete che ogni anno “questa è l’estate più calda degli ultimi dieci anni”. Una formula collaudata per spargere il panico ma che non è vera per niente. L’estate più calda mai avuta rimane quella del 2003, quando si registrarono oltre 500 morti proprio per le eccessive temperature. Non è vero che il caldo “uccide più del freddo”, in realtà i morti per le temperature in eccesso -alte o basse che siano- sono più o meno identici, nessun record. Infine, le bufale più fantasiose sono quelle del “mais che diventa popcorn sulla pianta” oppure quella che vede “il mare ribollire” un po’ ovunque. Si tratta di scherzi creati ad arte … per avere una ebollizione o l’apertura dei chicchi di mais occorrerebbero temperature vicine a quelle di Marte!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico