Home » Notizie » Un “gelato” vecchio di 106 anni. Stupore al Polo Sud

Un “gelato” vecchio di 106 anni. Stupore al Polo Sud

Come dire … davvero “ben conservato”, il dolce scoperto qualche giorno fa in Antartide (il Polo Sud) dai ricercatori dell’Antarctic Heritage Trust, un ente neozelandese che si occupa di recuperare testimonianze storiche delle spedizioni esplorative e scientifiche nel continente di ghiaccio. Sono state ritrovate molte cose, sotto i ghiacci: cappucci, scarpe, penne, strumenti … ma nessuno poteva mai aspettarsi questa sorpresa. Una torta. Una torta impacchettata, mai toccata, perfettamente conservata dopo ben 106 anni!

Era in ottime condizioni!

Appena scartato il pacco un buon profumino ha pervaso i laboratori, segno che gli ingredienti del dolce sono ancora ottimi, e questo è davvero eccezionale! Il ritrovamento è avvenuto in una zona chiamata  Cape Adare e probabilmente era parte dell’equipaggiamento e dei viveri della spedizione “Terra Nova”, quella che portò l’inglese Falcon Scott a esplorare questi ghiacci nel 1910. La torta aveva viaggiato insieme all’esploratore dalla Gran Bretagna, come si evince dall’etichetta “confezionata dalla pasticceria  Huntley & Palmers”. I dolci sono alimenti fondamentali per chi deve affrontare viaggi molto faticosi, specialmente se si deve sopravvivere tra i ghiacci, infatti forniscono calorie ed energie necessarie a non “addormentarsi”, cosa molto pericolosa a bassissime temperature.

L’importanza dei dolci

Gli esploratori moderni usano ancora i dolci (il cioccolato a barrette soprattutto) per sostenersi durante il viaggio. Un tempo si usavano le torte, anche se forse non era una buona idea. A causa delle temperature impossibili, infatti, Falcon Scott avrebbe in ogni caso mangiato il dolce surgelato, avrebbe forse combattuto per romperne una fetta coi denti! Ma per qualche motivo, invece, è stato dimenticato e sommerso dai ghiacci per un secolo. Oggi riemerge e viene sottoposto a esami e conservazione chimica perché è vero che pare in ottime condizioni ma meglio non fidarsi e renderlo commestibile secondo i criteri del XXI secolo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Decalogo per turismo sostenibile

Un turismo sostenibile e attento al rispetto dell’ambiente è possibile. In occasione del World Tourism ...

Condividi con un amico