Home » Ricette » Malloreddus, dei buon gnocchetti sardi

Malloreddus, dei buon gnocchetti sardi

Sotto vi indichiamo la ricetta ufficiale per preparare i Malloreddus fatti in casa e il condimento ufficiale che in Sardegna utilizzano per mangiare questo piatto.

Ingredienti per preparare i malloreddus
– Mezzo kilo di semola di grano duro
– Un kilo di pomodori pelati e privati dei semi
– 50 grammi di pancetta
– 1 cipolla
– 1 spicchio d’aglio
– tre foglie di basilico
– 1 puntina di zafferano in polvere
– sei cucchiai di olio
– 1 bicchiere d’acqua tiepida
– 50 g di pecorino grattugiato
– sale
– pepe

Come preparare i Malloreddus, “gnocchetti sardi” ?

Iniziamo con il mettere la semola su una superficie liscia e piana, ora formate la fontana e iniziate a inserire il sale e dell’acqua tiepida nella quale all’interno avete sciolto una puntina di zafferano. Adesso iniziate ad amalgamare il composto sino a quando siete riuscite ad ottenere una bella pasta ben soda e omogenea. Da ora iniziate a staccare dalla pasta appena fatta dei rotolini lunghi come un dito del diametro di una penna a sfera, infarinateli leggermente e tagliateli a pezzetti grossi come un fagiolo.

Ora passateli uno a uno facendoli rotolare sopra a un setaccio in modo da formare delle conchiglie, una volta che avete terminato i malloreddus spargeteli e allargateli bene su uno straccio da cucina asciutto e ben pulito e lasciateli riposare all’aria per 12 ore circa.

Per il condimento:

Una volta terminato, si può iniziare a preparare il condimento e quindi iniziamo con il tritare molto sottilmente una cipolla, la pancetta e il basilico e fateli rosolare con l’olio in una casseruola.

Quando la cipolla sarà appena imbiondita aggiungetevi i pomodori spezzettati con la forchetta e uno spicchio d’aglio intero (che ovviamente cestinerete a cottura ultimata), unite il sale e il pepe e lasciate cuocere piano per circa 40 minuti o più, sino a che la salsa si sarà addensata al punto giusto.

Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, portate a ebollizione e tuffatevi i malloreddus; appena affioreranno toglieteli con il mestolo forato, disponeteli nel piatto di servizio e conditeli con la salsa ben calda e il pecorino grattugiato.

admin

Condividi con un amico