Home » Tecnologia » Minori su internet: un grido al buonsenso

Minori su internet: un grido al buonsenso

Una ricerca di Microsoft realizzata su 11 paesi in europa, compresa è anche l’Italia, è stato riscontrata una forte percentuale di popolazione giovane (teenager) su internet. Oggi è la giornata del Safer Internet Day 2010 ed è stata presentata la tabella delle utenze di internet e subito si è riscontrata una forte densità di popolazione compresa dai 14 ai 18 anni e si è potuto notare che spesso figli e genitori non sono consapevoli dei rischi di cui si è esposti sul web.

Il 79% dei Teenager ha una pagina personalizzata su almeno un social network mentre il 43% è sicuro che navigare su internet non si corra alcun rischio e sono cosi sprovveduti che attraverso i social media pubblicano dati particolarmente sensibili.

In Italia il 26% dei ragazzi condivide il proprio indirizzo di casa, il 56% indica il nome della propria scuola, il 76% si scambia foto e video anche di amici e il 59% l’indirizzo di posta elettronica o di instant messaging.

Nonostante queste informazioni siano allarmanti, i genitori sono sicuri che i propri figli non corrano nessun rischio con la navigazione sul web, convinti che sappiano adottare tutte le precauzioni neccessarie.

Dobbiamo dare una nota di demerito anche ai genitori che, per il 66% dei giovani, gli adulti non fanno nulla per limitare o controllare l’utilizzo.

Il ministro della Gioventù ha dichiarato:” I nostri giovani devono avere tutte le competenze e la sensibilità per gestire correttamente le proprie informazioni personali e i propri comportamenti online.”

Per questo da oggi tutti gli esperti nel settore come la Polizia Postale e i dipendenti di Microsoft terranno delle apposite lezioni nelle scuole medie e superiori.

admin

x

Guarda anche

Alimentazione, troppe notizie false: ecco come proteggerci

“Il latte fa venire il cancro”, “La carne pure”, “Anzi no, il latte fa bene”, ...

Condividi con un amico