Home » Tecnologia » Egitto, Google e Twitter provano a dargli voce

Egitto, Google e Twitter provano a dargli voce

Nella vera e propria rivoluzione che sta andando in scena nelle strade e nella piazze d’Egitto, Google e Twitter provano ad aiutare il popolo egiziano ponendo fine all’isolamento totale che rischia di soffocare la voce di un intero Paese. In questo susseguirsi di proteste contro il governo egiziano che vanno avanti da diversi giorni, lo stesso esecutivo ha deciso di bloccare Internet.

L’intenzione di Mubarak è quella di zittire con metodi dittatoriali la protesta, tagliando così le comunicazioni interne tra chi protesta e quelle esterne in una sorta di barricamento mediatico dell’Egitto. Un blocco di Internet che Google, in collaborazione con Twitter, permetterà di aggirare e consentirà a chi si trova in Egitto di pubblicare tweet.

Inoltre Google ha comunicato che chi sta in Egitto digitando un numero telefonico speciale potrà lasciare un messaggio vocale che sarà trasformato in file audio per essere poi pubblicato su Twitter, usando il tag #egypt.

admin

x

Guarda anche

Egitto: precipita aereo con 224 passeggeri

E’ accaduto in Egitto dove un aereo di linea è precipitato con a bordo 224 ...

Condividi con un amico