Home » Tecnologia » Guai per Samsung, in manette vice presidente Lee Jae-yong

Guai per Samsung, in manette vice presidente Lee Jae-yong

Guai per Lee Jae-yong. Il vice presidente di Samsung Electronics è infatti finito in manette con le accuse di corruzione, frode e spergiuro. La notizia è riportata in un tweet dall’agenzia sudcoreana Yonhap. L’arresto è avvenuto poco dopo che la Corte centrale distrettuale di Seul ha dato l’ok all’arresto.

Lee avrebbe versato o promesso circa 37,5 milioni di dollari alla confidente Choi Soon-sil in cambio di un’ampia copertura politica. La vicenda è legata allo scandalo di corruzione e altri reati che ha coinvolto presidente della Repubblica Park Geun-hye e la sua fidata confidente Choi Soon-sil , che avrebbe approfittato della sua posizione influente per ottenere finanziamenti in cambio di protezione politica. Per la procura Lee avrebbe erogato o promesso fondi a Choi per 36,3 milioni di dollari in modo da avere nel 2015 il via libera dei fondi pensione pubblici a un’operazione di riordino del gruppo Samsung.

La notizia dell’arresto ha provocato un vero e proprio terremoto tra investitori e analisti, perché Lee si stava preparando da anni a ereditare la società di famiglia dal padre, Lee Kun-hee, che aveva lasciato Samsung nel 2008 in seguito a uno scandalo sulla gestione di alcuni fondi illeciti.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Ricerca: Il caffè protegge dal cancro alla prostata

Il caffè protegge dal cancro alla prostata. La notizia arriva da una ricerca condotta dall’IRCCS ...

Condividi con un amico