Home » Viaggi » Napoli, all’aeroporto di Capodichino il primo Capsule Hotel d’Italia

Napoli, all’aeroporto di Capodichino il primo Capsule Hotel d’Italia

Sarà attivo da metà gennaio a Napoli il primo “Capsule hotel” d’Italia: è l’Aeroporto internazionale di Capodichino il primo a ospitare il nuovo format fast & cheap per riposare o dormire nell’attesa di un volo o in caso di uno scalo di poche ore nella città partenopea. Il nome, Bed and Boarding (realizzato da un pool di imprenditori campani in collaborazione con Gesac che gestisce lo scalo napoletano), richiama quello della formula Bed&Breakfast: ma a ospitare il sonno dei viaggiatori sarà una vera e propria micro-camera all’interno dell’area aeroportuale. Quattro metri quadrati in cui, oltre al letto, c’è un tavolo per laptop, un vano per stivare il bagaglio, la tv connessa a internet che in tempo reale restituisce lo stato dei voli e naturalmente un dock per ricaricare i dispositivi elettronici. Il bagno, privato, è esterno alla camera ed è previsto un parcheggio convenzionato. La grande novità – che potrebbe sbarcare anche in altri aeroporti italiani – sarà presentata il prossimo 11 gennaio. Realizzato nell’edificio antistante il parcheggio P2 (Palazzina Pegaso) la struttura nasce per facilitare i viaggiatori: i prezzi partono dagli 8 euro per la prima ora e 7 euro dalla seconda in poi. Per dormire le 9 ore notturne la tariffa dovrebbe essere di 25 euro: dopo ogni soggiorno, la capsula viene santificata con pulizia completa e cambio biancheria. Prenotare è semplice: basta collegarsi al sito www.bednboarding.com. In tutto 42 le capsule messe a disposizione dei viaggiatori di passaggio a Capodichino (40 standard e 2 per disabili).

Capodichino sempre più internazionale: camere disponibili da metà gennaio

A inizio dicembre l’annuncio dell’accordo firmato con Ryanair che ha ampliato le destinazioni raggiungibili dal capoluogo campano, ora il capsule Hotel che consentirà ai viaggiatori di riposare guadagnando tempo e risparmiando denaro: la formula era stata lanciata qualche anno fa in Giappone. L’aeroporto di Napoli Capodichino punta sempre più a un servizio di qualità e dai numeri diffusi dalla società di gestione Gesac sembra che gli investimenti funzionino. Nel periodo tra il 23 dicembre e l’8 gennaio sono previsti infatti 230mila passeggeri in transito, tra arrivi e partenze: 90mila sulle rotte nazionali, e 140mila su quelle internazionali. L’Aeroporto Internazionale di Napoli stima di chiudere il 2016 con un traffico pari a circa 6,7 milioni di passeggeri tra arrivi e partenze (+10%) e con un dato molto significativo – dovuto soprattutto all’incremento del network dei voli internazionali, con una crescita del traffico internazionale pari a circa +20% rispetto al 2016.

Marta Patroni

x

Guarda anche

Kit Harington a Napoli per nuovo spot Dolce&Gabbana

Kit Harington nuovo testimonial Dolce&Gabbana. L’affascinante attore inglese, protagonista dell’acclamata serie tv Il trono di ...

Condividi con un amico