Home » Viaggi » One day in London with Toyota C-HR [#experience]

One day in London with Toyota C-HR [#experience]

Gli amici di Toyota per il lancio della “nuova” C-HR si sono inventati una serie di eventi particolari in giro per l’Europa. E’ toccato a Milano, Parigi, Barcellona ed ora è il momento di Londra per un evento super segreto al quale parteciperò nel corso della serata.

Io ammetto che erano quasi dieci anni che non vedevo Londra e ne ho approfittato chiedendo un biglietto aperto che mi permettesse di raggiungere la city con un giorno di anticipo. Ho volato da Milano a Londra con British Airways da Linate e per fortuna non hanno usato una compagnia low cost da Orio al Serio. Il volo di poco più di un’ora è costato circa 200 euro (fonte Skyscanner) e mi ha fatto atterrare a Heatrow, praticamente nel cuore di Londra. Evitate altri aeroporti, se potete, perché Heatrow vi porta nel cuore della città in poco tempo.

 

Come arrivare a Londra da Heathrow

Una  le prime problematiche che vi troverete ad affrontare riguarda il modo più opportuno per raggiungere la città ed in questo senso avete di fatto molte scelte in funzione di quelle che sono le vostre esigenze e le vostre disponibilità. Diciamo che le variabili in gioco sono fondamentalmente due: tempo e soldi.

Se avete capitale da spendere allora potete fare tranquillamente i VIP e prendere il diretto che vi porta dall’aeroporto fino a Londra in qualcosa come un quarto d’ora a costo di sborsare una bella cifra (25 pounds).

Se non siete molto tirati con i tempi e desiderate spendere una cifra ragionevole allora consiglio la metropolitana che vi permette di raggiungere la zona 1  in a circa 40 minuti.  In virtù del fatto che salite al capolinea potete tranquillamente trovare un posto a sedere lasciarvi “coccolare” dal treno e dalle  immagini della periferia di Londra che scorrono dai finestrini. In questo caso se arrivate molto presto avete anche l’opportunità di fare il biglietto giornaliero che con 16 pound vi permette di girare un’intera giornata. La metropolitana a Londra è notoriamente cara ma il servizio è assolutamente proporzionato al costo: con la metro arrivate dappertutto e in poco tempo.

Soluzioni alternative quali autobus e taxi sono certo percorribili ma a mio avviso non proprio necessarie almeno che non dobbiate recarvi parti specifiche di Londra. Il mio albergo è il Mondrian London at Sea Containers, vicino al Millenium Bridge quindi linea verde Piccadilly e ci si arriva in un attimo.

 

A Londra con Toyota, dieci anni dopo

La prima cosa che mi ha colpito la città di Londra è forse la cordialità con  la quale londinesi si rivolgono al prossimo e non parlo tanto di educazione ma piuttosto di cordialità e di quelle piccole gentilezze  che ormai Milano sono andate perdute per via del fatto che la gente (almeno a Milano) è pressoché tutta nevrotica.

Londra è una città cara e quindi non pensate minimamente che venire qua con volo low cost risolva i problemi di budget. Se non avete un minimo di investimento da fare allora state a casa, a meno che non vogliate mangiare panini e dormire in ostello. Per stare bene ci vogliono soldi e ce ne vogliono tanti perché Brexit o non Brexit i soldi qui partono in fretta per qualsiasi cosa:  dentifricio al deodorante fino ai beni prima necessità. Per un hamburger ed una birra ho speso l’equivalente di 35 euro.

 

Cosa vedere a Londra in un giorno

Diciamo che se venite a Londra con l’idea di restare solo giorno partite con il piede sbagliato perchè per vedere la città ci vogliono almeno 2 o 3 giorni.

Se proprio non avete tempo e – come il sottoscritto – siete a Londra per poco tempo allora vi consiglio di prendere uno di quei bus hop-on hop-off che probabilmente avete visto mille volte. So cosa state  pensando e ribadisco che sono generalmente contrario a questo tipo di turismo però posso garantire che se avete poco tempo volete visitare il maggior numero di attrazioni possibili in modalità mordi e fuggi allora questo genere di autobus fa per voi. Il bus permette spostamenti rapidi e senza tempi morti ma soprattutto vi porterà direttamente alla fonte delle principali attrazioni. Costo? variabile in funzione delle zone che volete vedere ma partiamo da minimo di 30 euro ad un massimo di 84. Non economico ma diciamo che è come avere un taxi sempre a disposizione.

 

Londra e la Oyster Card

Una piccola chicca per voi: munitevi di Oyster Card. Si tratta di una card che offre numerosi vantaggi e sconti e che può essere anche acquistata online.  In particolare potrete usufruire di uno scontro 50% sulla corsa singola metropolitana e senza dover affrontare nessuna coda nelle varie stazioni. Si tratta sostanzialmente di una carta prepagata sulla quale andate a caricare un certo credito e che di volta in volta viene scalato ad ogni ingresso in metropolitana oppure ad ogni acquisto.

 

Qualche dritta con idee di itinerario

Preso atto della possibilità di usare il bus potete scegliere tra le diverse offerte della città di Londra: dallo shopping alla cultura passando per l’architettura. Avete l’imbarazzo della scelta. Io sono partito da Trafalgar Square – fermata Charing Cross. Oltre alla piazza si può guardare attraverso l’Admiralty Arch e ammirare da lontano Buckingham Palace e il viale The Mall. Sono andato poi a Piccadilly ma l’ho trovata tutta coperta da un telo perché il celebre monitor è in manutenzione. Per lo shopping Regent Street e da lì sei in un attimo in Carnaby Street, una zona perfetta anche per fermarsi a mangiare qualcosa. Arrivati ad Oxford Circus c’è Primark ma tanto ormai c’è anche in Italia.

Da non dimenticare la torre di Londra e il Tower Bridge. Se poi siete arrivati a fine giornata  avete ancora un po’ di energie dovete assolutamente andare al London Eye a godervi il tramonto.

Io ho esaurito la mia giornata e quindi non mi resta che andare all’evento Toyota e scoprire quali sorprese mi aspettano.

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.
x

Guarda anche

Harry Potter, a Londra i luoghi magici della saga

Il 2017 è un anno importante per Harry Potter. Quest’anno infatti la celebre saga con ...

Condividi con un amico