Home » Viaggi » Un viaggio alla scoperta delle Marche: #MarcheExpressTour

Un viaggio alla scoperta delle Marche: #MarcheExpressTour

Ci sono alcune regioni d’Italia che sono note ai molti per le particolari attrattive di carattere culturale, sociale ed enogastronomico. Lo stereotipo del classico giro tra le valli del Chianti è ormai una routine per turisti, italiani e d’oltralpe, che vogliono passare qualche giorno nel nostro paese ma è bene evidenziare come l’Italia non si fermi alla Toscana e invece vada ben oltre, con perle e patrimoni tutti da scoprire.

Il Centro Italia, ed in particolare le Marche, sono una zona spesso poco coinvolta dai tour nel Belpaese ma che non ha nulla da invidiare alle regioni più a nord e che anzi riesce a competere e talvolta superare l’offerta turistica.

Le Marche con le sue coste e l’entroterra montagnoso rispondono appieno alle esigenze del turista che desidera coniugare la tranquillità e la bellezza del mare adriatico con i sapori ed i colori tipici del centro Italia.

Dal mare all’entroterra: una regione tutta da scoprire

Dal mare all’entroterra sono numerose le località degne di interesse che possono rispondere ad ogni tipologia di esigenza. Dalle spiagge grandi e super attrezzate di Senigallia e Pesaro a quelle più riservate dove la natura regna ancora incontaminata. Spiagge del Monte Conero, tra Sirolo, Numana e Portonovo nella Provincia di Ancona. Luoghi intatti e particolari con calette e spiagge di sabbia e sassi, alcune raggiungibili solo via mare.

L’entroterra marchigiano è poi un susseguirsi di paesi classificati tra i borghi più belli d’Italia. Cingoli – il balcone delle Marche, Frontino – Un angolo di paradiso nel Montefeltro ma anche Sarnano, oggetto della nostra visita, che dall’alto domina i comuni limitrofi e che si pone come base strategica per sport estivi ed invernali sui vicini Monti Sibillini.

Sarnano, oltre che una posizione invidiabile, gode anche di un’architettura tipica dei borghi antichi con piccole strade e costruzioni fatte da mattoni a vista che sembrano far riscoprire i tempi di un’Italia in cui la gente ancora trovava il tempo per godersi un po’ la vita.

A guardarlo dal basso il piccolo borgo è una meraviglia, così arroccato e a tinte unite richiamanti il color cotto, la tinta d’un tempo. Sono solo sporadiche le case frutto del boom edilizio e per il resto il borgo è intatto. Le strade e i vicoli stretti confluiscono interamente alla piazza Alta, luogo centrale della vita sociale, politica e religiosa dal medioevo e che dall’alto domina silenziosamente il paese fatto di strade a spirale e persone che si conoscono per nome. Dall’alto edifici come il palazzo del Popolo, il palazzo dei Priori e quello del Podestà sono la massima espressione di un tempo.

L’edificio più importante è a mio avviso la chiesa di Santa Maria Assunta edificata intorno al 1200 con il campanile a pianta quadrata che contiene opere lignee ed affreschi.

Da Sarnano passiamo poi a Fiastra ed all’omonimo lago artificiale situato all’interno del Parco Naturale dei Monti Sibillini. Il lago venne inizialmente creato per sopperire ai fabbisogni energetici degli anni ’50 ed oggi viene mantenuto in vita grazie al continuo accomuno di acque provenienti dalle montagne circostanti. Attualmente, per motivi di sicurezza, il livello è stato abbassato di circa 6 metri così da alleggerire il carico sulla sottostante diga, duramente messa alla prova durante i terremoti degli anni scorsi.

I Monti Sibillini

I Monti Sibillini sono poi un incanto dalle verdi vallate dove animali pascolano tranquillamente e in cui è fin anche raro incrociare qualcuno che non sia un pastore appresso agli animali. In questo territorio incontaminato trova casa il Santuario di Macereto, un’enorme complesso religioso situato sull’omonimo altopiano. La leggenda narra che i muli che portavano una statua della S. Madonna destinata a Roma si fermarono e non vollero più ripartire. I popolani videro nella cosa un segno divino e desidero quindi di costruire quella che oggi possiamo considerare come la massima espressione dell’architettura rinascimentale nelle Marche.

 

Dove dormire

Hotel Terme
Piazza della Libertà, 82
62028 Sarnano MC

Dove cenare

Ristorante La Marchigiana
Via Campanotico, 62028
Sarnano (MC)

Agriturismo degli Alti Pascoli
Frazione S. Ilario, 10, 62035
Fiastra (MC)

Si ringrazia GoPro per la fornitura dell’attrezzatura per la parte video. Progetto di Regione Marche in collaborazione con Confcommercio Marche. Sito turistico turismo.marche.it

La nostra galleria di immagini

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.
x

Guarda anche

Bimbo di 4 anni muore dopo essersi chiuso nell’auto della mamma

Tragedia a San Giovanni Lupatoto, alle porte di Verona, dove si piange la morte di ...

Condividi con un amico