Home » Bambini » Aborto per una passeggera della Concordia; chiesto risarcimento‎

Aborto per una passeggera della Concordia; chiesto risarcimento‎

Continuano ad emergere drammatiche storie legate al tragico naufragio della nave Concordia. Nelle ultime ore è stata diffusa la notizia che una passeggera della nave, un’impiegata trentenne di Milano, ha querelato la compagnia Costa Crociere per aver perso il bambino poco dopo la sciagura, quando era al quinto mese di gravidanza.

La donna viaggiava con il compagno e dopo la tragedia ha accusato un distaccamento del feto dall’utero dovuto, molto probabilmente, al forte stress psicofisico accumulato nelle ore del naufragio. La donna adesso ha chiesto alla compagnia un milione di euro di risarcimento danni.

Nelle ultime ore a causa del maltempo intanto sono state sospese le attività di ricerca dei dispersi e le operazioni di recupero della nave nei pressi dell’isola del Giglio.

admin

x

Guarda anche

Orrore in India, Corte Suprema proibisce aborto a bimba di 10 anni stuprata dallo zio

Orrore in India dove a una bambina di 10 anni incinta è stato proibito di ...

Condividi con un amico