Home » Bambini » “Sara e le sbiruline di Emily”, un libro per conoscere l’epilessia

“Sara e le sbiruline di Emily”, un libro per conoscere l’epilessia

Rachele Giacalone è la giovane mamma di una bimba di cinque anni a cui è stata diagnosticata una forma infantile di epilessia , Rachele è anche autrice del libro “Sara e le sbiruline di Emily”.

Il volume, Patrocinato dalla Lega Italiana Contro l’Epilessia (Lice),sarà presentato il prossimo 14 febbraio. Il libro nasce dal desiderio dell’autrice di spiegare ai più piccoli, con parole semplici, una patologia particolarmente diffusa. Solo in Italia l’epilessia colpisce circa cinquecentomila persone, con circa trentamila nuovi casi ogni anno.

L’autrice ha spiegato che il libro nasce dalla volontà di rassicurare la propria bambina e darle tutte le informazioni utili a capire cosa le stesse accadendo e come affrontare le frequenti crisi.
Il volume, arricchito dalle illustrazioni di Norina Wendy Di Blasio, sarà presentato martedì 14 febbraio alle 17.30, presso la libreria Mondadori di via Piave 18, a Roma.

admin

3 commenti

  1. Son un’insegnante di una scuola dell’infanzia del Comune di Bologna, sarei molto interessata al vostro nuovo libro sulla conoscenza dell’epilessia, in quanto alcuni anni fa sono stata l’insegnante di sostegno di un bimbo colpito da questo disturbo.
    Sarei disposta ad acquistare il vostro libro, ma non so a chi rivolgermi, considerando il fatto che lo distribuite gratuitamente.
    In attesa di una vostra risposta, vi faccio i miei complimenti per l’ideazione di questo libro.

    • Valentina Garbato

      Cara Barbara,

      ho chiesto informazioni alla Lice e sono in attesa di risposte.
      Intanto, se ne ha la possibilità, puoi scaricare il libro ‘Sara e le
      sbiruline di Emily’ gratuitamente come e-book dal sito
      http://www.iwebmaster.it.

  2. sono un’insegnante anche io e desidererei tanta leggere questo libro come averlo?

x

Guarda anche

Troppi giochi limitano creatività bambini

Troppi giochi a disposizione limitano la creatività dei bambini. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico