Home » Bambini » L’illusione dell’ultimo nato che resta sempre il piccolo di casa

L’illusione dell’ultimo nato che resta sempre il piccolo di casa

Per i genitori l’ultimo figlio resta sempre un bebè. Si tratta “dell’illusione dell’ultimo nato” spiegata da Jordy Kaufman della Swinburne University of Technology in Australia sulla rivista Current Biology.

Secondo lo studio australiano l’ultimo figlio resta sempre il “piccolo di casa” dal momento che i genitori lo vedono sempre più piccolo e più giovane di quel che è in realtà. Gli esperti hanno preso in esame i dati relativi ad oltre 500 madri alle quali è stato chiesto di stimare l’altezza dei propri figli, primo e secondogenito, nel caso in cui i secondogeniti avevano un’età di 2 o 6 anni.

Dall’analisi sarebbe emerso che l’altezza dell’ultimo figlio viene sottostimata dalla mamma, in media di circa 7,5 centimetri, mentre l’altezza del primogenito è stimata sempre in modo molto preciso.

admin

x

Guarda anche

In aumento le misteriose “ulcere della carne”

In Australia è quasi allarme globale, con un aumento del 400% di diagnosi per l’Ulcera ...

Condividi con un amico