Home » Bambini » Pediculosi: pidocchi sempre più diffusi tra i bambini

Pediculosi: pidocchi sempre più diffusi tra i bambini

Dagli esperti arriva un allarme sul pericoloso aumento dei pidocchi nelle scuole italiane. Italo Farnetani, pediatra a Milano, ha condotto un sondaggio su un campione di 37 pediatri italiani e osserva che si registra un aumento dei casi di pediculosi.

Dall’analisi emerge così che rispetto agli anni passati nel 2013 il fenomeno ha segnato un aumento di circa il 15%. Secondo le stime, il parassita colpisce in un anno circa 900 mila bimbi sotto i 6 anni. I pidocchi infatti si diffondono prevalentemente in condizioni di affollamento ovvero in scuole, oratori e colonie, e l’infestazione avviene indipendentemente dal livello di pulizia personale.

Piccoli parassiti di colore bianco-grigiastro, i pidocchi si attaccano al capello deponendovi le uova (lendini) che si schiudono dopo circa una settimana. Il pidocchio vive succhiando il sangue dal cuoio capelluto, quando cade dai capelli muore dopo 48-72 ore, mentre le uova possono rimanere vitali per una decina di giorni.

I pidocchi si trasmettono per contatto diretto oppure indirettamente tramite pettini, spazzole, berretti, sciarpe o altri indumenti e dunque è importante insegnare ai bambini a non scambiarsi oggetti personali e indumenti.

admin

x

Guarda anche

Stati Uniti, in arrivo pidocchi super resistenti

Dagli Stati Uniti arriva l’allarme relativo alla diffusione di una nuova specie di super pidocchi. ...

Condividi con un amico