Home » Bambini » Capire i momenti di ansia e nervosismo dei bambini

Capire i momenti di ansia e nervosismo dei bambini

Spesso anche i più piccoli manifestano stati di ansia e nervosismo, sintomi di un momento di malessere e tensione, che nella maggior parte dei casi possono dare luogo a capricci e anche a reazioni violente. Davanti a un momento di sfogo e di rabbia del bambino il compito dei genitori è quello di contenere la tensione e aiutarlo a trovare il modo migliore per superare i momenti difficili.

Innanzitutto è bene mostrarsi calmi, sereni e comprensivi così da rassicurare i più piccoli e trasmettere loro la certezza di essere, in un momento di particolare difficoltà, un saldo punto di riferimento.

I momenti di nervosismo e gli scatti d’ira possono essere causati da diversi fattori come stanchezza, noia, fame o ancora mancanza di attenzione da parte di qualcuno. In ogni caso non bisogna mai sottovalutare le manifestazioni di disagio dei più piccoli ma accettarle e comprenderle.

Quando l’età del piccolo non permette l’uso del linguaggio può essere utile ricorrere ad un abbraccio e a parole di conforto che trasmettano sensazioni positive e rilassanti mentre quando si ha a che fare con bambini più grandicelli può essere utile invitarli a provare verbalizzare il proprio malessere.

admin

x

Guarda anche

Bambini capricciosi, i consigli per i genitori dal SIPPS

I capricci dei bambini possono mettere a dura prova la pazienza di qualunque genitore. Dalla ...

Condividi con un amico