Home » Bambini » Neonata paralizzata: i genitori denunciano l'ospedale di Pordenone

Neonata paralizzata: i genitori denunciano l'ospedale di Pordenone

Sarebbe stata un’asfissia neonatale a causare la paralisi e l’epilessia a una bambina di due anni e mezzo. Lo sostengono i genitori, che accusano l’ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone.

Secondo l’accusa, subito dopo il parto cesareo d’urgenza la piccola era diventata cianotica e c’è stato bisogno di somministrarle ossigeno ma anche davanti a sintomi di un “gravissimo distress respiratorio” non venne applicato alcun protocollo né di rianimazione immediata.

Secondo l’ospedale invece la bimba è affetta da una patologia indipendente dal parto. I medici riferiscono infatti che la piccola è nata con respiro normale e non aveva avuto bisogno di essere rianimata. Nel periodo di permanenza al reparto di neonatologia prenatale, la bimba aveva solo avuto bisogno di essere alimentata ma non aveva mai avuto crisi compulsive e le sue condizioni di salute non avevano destato preoccupazioni.

admin

x

Guarda anche

Come gestire l’epilessia con un semplice prelievo di sangue

Quello che un tempo era addirittura “il male degli dei” è in realtà un problema ...

Condividi con un amico