Home » Bambini » Medici Senza Frontiere: Donne e bambini principali vittime della guerra in Siria

Medici Senza Frontiere: Donne e bambini principali vittime della guerra in Siria

Donne e bambini, sono loro le principali vittime della guerra che insanguina la Siria. A sostenerlo è Medici Senza Frontiere con un appello specifico rivolto agli stati membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Secondo i dati raccolti in 70 fra gli ospedali e strutture sanitarie supportate dall’organizzazione in Siria nordoccidentale, occidentale e centrale, sono 154.647 i feriti e 7.009 le vittime di guerra documentate in quelle strutture nel solo 2015, di cui il 30-40% sono donne e bambini.

Da qui la necessità che le parti attive nel conflitto si impegnino a rispettare le risoluzioni da loro stessi approvate per fermare il massacro e garantire che i loro alleati assicurino la dovuta protezione ai civili ed evitino i combattimenti in aree civili.

Il report denuncia inoltre che che 63 ospedali e strutture sanitarie supportate da MSF sono state attaccate o bombardate in 94 diverse occasioni nel solo 2015. 12 strutture sono state distrutte e 23 membri dello staff sono rimasti uccisi.

admin

x

Guarda anche

Guerra in Siria: Ad Aleppo si rischia emergenza umanitaria

Sono 130mila i bambini che rischiano di morire ad Aleppo in Siria. A lanciare l’allarme ...

Condividi con un amico