Home » Bambini » Blue Whale, campanelli d’allarme per i genitori

Blue Whale, campanelli d’allarme per i genitori

Blue Whale e i campanelli d’allarme per i genitori. Pare che purtroppo anche in Italia abbia preso piede il perverso gioco di adescamento on-line che istiga le vittime ad atti di autolesionismo fino a togliersi la vita. La Blue Whale (La Balena Blu) è un “gioco” on-line che, attraverso 50 prove in 50 giorni, punta a demolire la psiche delle vittime fino a spingerle al suicidio.

Le autorità italiane stanno prendendo misure per arginare la minaccia che manipola le menti dei ragazzi, ma nella lotta e la prevenzione un ruolo importante può essere ricoperto anche ai genitori.

Gli esperti della Polizia Postale raccomandano così alle famiglie di tenere sempre vivo il dialogo sul caso Blue Whale e sulla sicurezza di Internet in generale. Fondamentale è poi prestare la massima attenzione a cambiamenti improvvisi d’umore, di condotta scolastica, di vita sociale e di ritmo sonno-veglia dei ragazzi. Massima attenzione anche alla presenza di eventuali tagli sulle braccia, segni tipici dell’iniziazione della Balena Blu. In caso di necessità i genitori devono anche spiegare ai propri figli che, anche se si è fatti convincere a compiere alcune prove della Blue Whale, nessuno è obbligato a proseguire e che chiedere aiuto non è sintomo di debolezza. Infine si raccomanda di segnalare tempestivamente qualsiasi caso accertato a genitori e autorità quali Polizia, Polizia Postale o al sito www.commissariatodips.it.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Amici a quattro zampe in ospedale in visita ai pazienti

Gli amici a quattro zampe potranno finalmente entrare in ospedale per fare visita ai pazienti ...

Condividi con un amico