Home » Bambini » Bimbi al mare, proteggere le orecchie da infezioni e infiammazioni

Bimbi al mare, proteggere le orecchie da infezioni e infiammazioni

Le giornate trascorse al mare o in piscina possono nascondere mille insidie per la salute delle orecchie dei bambini esposte all’acqua e all’umidità. L’orecchio infatti è un organo molto sensibile e soprattutto nei più piccoli può essere facilmente esposto a infezioni e infiammazioni.

Per scongiurare questo pericolo basta seguire alcuni semplici consigli come quello di far sì che l’acqua non resti mai bloccata all’interno del condotto auricolare per evitare la proliferazione di microrganismi, fonte di infezione come funghi e batteri. Ogni volta che i bambini escono dall’acqua è bene dunque fargli inclinare la testa per agevolare l’uscita del liquido, tamponando con un asciugamano pulito il padiglione auricolare. È utile inoltre effettuare lavaggi nasali con acqua fisiologica: il naso e l’orecchio medio infatti sono collegati tra loro attraverso il canale della Tromba di Eustachio e l’ostruzione nasale influenza la capacità di auto-pulizia delle orecchie. È invece necessaria la protezione con tappi nel caso di timpano perforato, o di patologie dell’orecchio esterno e medio, o nel caso di chirurgia dell’orecchio.

Attenzione anche alla sabbia che può causare otiti esterne, micotiche e batteriche. Nel caso in cui ci si dovesse rendere conto che al bimbo si sia infiltrata della sabbia nelle orecchie è necessario sciacquare con getto tiepido di acqua dolce l’orecchio esterno e il condotto uditivo esterno. Il metodo più efficace per rimuovere la sabbia dall’orecchio è il getto a bassa pressione della doccia.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Ikea ritira 29 milioni di cassettiere Malm

Ikea ritira 29 milioni di cassettiere Malm, considerate pericolose dopo la morte di 8 bambini, ...

Condividi con un amico