Home » Bambini » Otite, boom di casi tra i bambini in estate

Otite, boom di casi tra i bambini in estate

In estate si registra un boom di casi di “otite del nuotatore” soprattutto tra i giovanissimi. Si tratta di una patologia tipica del periodo estivo. Quando fa molto caldo il canale uditivo esterno risulta infatti indebolito e di conseguenza si ammala con più facilità.

Duante i mesi più caldi dell’anno le temperature alte, l’umidità e i batteri possono scatenare un’infezione del condotto uditivo. Gli esperti spiegano inoltre che anche la maggiore tendenza a fare docce e utilizzare saponi indebolisce il rivestimento interno della cute.

In caso di otite si può istillare all’interno dell’orecchio gocce auricolari contenenti antibiotici. Se entro due giorni il dolore non diminuisce si deve consultare un medico perché sarà necessario assumere un antibiotico in sciroppo. Se il dolore si presenta una sola volta è sufficiente somministrare il paracetamolo in sciroppo o in supposta. Se il dolore all’orecchio viene più di una volta nell’arco di 48 ore inveceè opportuno far visitare il bambino dal medico.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Porsche Carrera Cup 2017: l’epilogo a Monza vede Rovera trionfare

Porsche Carrera Cup, campionato monomarca dedicato alle vetture della casa di Zufferhausen, ha visto la ...

Condividi con un amico