Home » Bambini » Ricerca, quando l’intelligenza allunga la vita

Ricerca, quando l’intelligenza allunga la vita

L’intelligenza allunga la vita? A questa domanda cerca di rispondere uno studio dell’Università di Edimburgo che indaga sulla possibilità che esista un legame tra intelligenza e speranza di vita.

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica British medical journal (Bmj), sostiene che l’intelligenza sia in grado di determinare un rischio minore di morte per malattie cardiache, ictus e tumori causati da fumo e una migliore aspettativa di vita. Per arrivare a questa conclusione i ricercatori scozzesi hanno ora studiato i risultati dei test di intelligenza sui bambini e le principali cause di morte.

I ricercatori hanno così scoperto che l’ intelligenza più alta nei bambini è correlata a un minore rischio di morte all’età di 79 anni: del 28% per malattie respiratorie, del 25% di morte per malattie coronariche e del 24% per ictus. Sono stati rilevati anche legami tra QI e morti causate da lesioni, tumori dovuti al fumo (polmone e stomaco) e demenza.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Ricerca: esercizio fisico migliora la memoria

L’esercizio fisico fa bene alla memoria. A sostenerlo è una ricerca della  McMaster University, in ...

Condividi con un amico