Home » Bambini » Bimba uccisa dai pitbull, Codacons chiede patentino obbligatorio

Bimba uccisa dai pitbull, Codacons chiede patentino obbligatorio

Patentino obbligatorio per chi possiede cani potenzialmente aggressivi. Dopo la tragedia di Flero, in provincia di Brescia, dove una bimba di appena un anno è morta dopo essere stata aggredita dai due pitbull di famiglia, il Codacons chiede maggior sicurezza.

Nel drammatico caso di Brescia, è stato inutile il tentativo del nonno, anche lui ferito dai morsi dei due cani, di difendere la bambina che è morta per le ferite alla testa. Quando i carabinieri sono arrivati sul luogo dove si è consumata la tragedia hanno dovuto abbattere i due pitbull che impedivano ai militari l’ingresso in casa.

Non è chiaro che cosa abbia fatto scattare il raptus dei pitbull della famiglia della bambina che, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, già in passato avrebbero aggredito altri cani in paese.

Per il Codacons la questione dei cani aggressivi e potenzialmente pericolosi per la salute dell’uomo deve essere affrontata una volta per tutte. Indipendentemente dall’educazione che si impartisce al proprio animale, è universalmente riconosciuto che alcune specie, come i pitbull o i rottweiler, per le loro caratteristiche proprie (potenza, robustezza, dentatura) possono provocare ferite letali in caso di morsicatura. Per questo motivo l’associazione torna a chiedere alle istituzioni un patentino obbligatorio per chi possiede cani particolarmente potenti e potenzialmente pericolosi in quanto “l’aver eliminato la lista delle 17 razze di cani a rischio introdotte dall’ex Ministro Sirchia ha di fatto cancellato qualsiasi obbligo per i loro proprietari”.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Sopravvive a 50 arresti cardiaci in una settimana

Non molti giorni fa avevamo parlato della Sindrome di Brugada, di quelle cellule del cuore ...

Condividi con un amico