Home » Bambini » BabyBe: cuscino regala ai prematuri battiti e respiri della mamma

BabyBe: cuscino regala ai prematuri battiti e respiri della mamma

Un cuscino per regalare ai bambini prematuri battiti e respiri della mamma.  Si tratta di BabyBe, una tecnologia ideata da Camilo Anabalon, neonatologo e ricercatore cileno, basata su uno specialissimo cuscino in softgel creato da un’azienda vicentina, la Technogel Italia di Pozzoleone.

L’ospedale S. Bortolo di Vicenza è il primo in ad utilizzare una tecnologia che consente ai bambini di Patologia Neonatale, di essere assistiti percependo comunque il battito cardiaco e il respiro della mamma, ricreando così la sensazione di essere sempre a contatto diretto con lei.

L’idea dietro alla creazione di BabyBe è nata da un progetto di ricerca condotto durante un master che ha coinvolto parte dell’equipe medica della patologia Neonatale di Vicenza, in cui si illustrava l’importanza del contatto tra la madre e il bambino nel mantenere la stabilità dei parametri vitali del prematuro.

Avvicinato al ventre della madre, l’innovativo cuscino riconosce il battito cardiaco e il movimento del torace a seguito del respiro e li trasforma in segnali che vengono inviati via wireless al cuscino nella culla termica che trasferisce al neonato la sensazione di vicinanza fisica alla madre.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Sopravvive a 50 arresti cardiaci in una settimana

Non molti giorni fa avevamo parlato della Sindrome di Brugada, di quelle cellule del cuore ...

Condividi con un amico