Home » Bambini » Morte improvvisa, a rischio 1% dei giovani italiani

Morte improvvisa, a rischio 1% dei giovani italiani

L’1% dei giovani italiani a rischio morte improvvisa. L’allarme arriva da uno studio condotto dagli esperti dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù che ha coinvolto circa 10mila ragazzi tra i 3 e i 13 anni e il relativo stato di salute del cuore.Si tratta di un’azione preventiva che è diventata negli anni – il progetto è partito nel 2013 –  anche uno studio.

Gli esperti dell’ospedale pediatrico romano infatti sono andati in 15 istituti scolastici della Capitale, per portare avanti la campagna di sensibilizzazione “Una questione di cuore”, sottoponendo gli studenti ad elettrocardiogramma. Ben 9700 quelli fatti che hanno anche permesso di scoprire come 3.920 studenti – pari al 40.4% dei ragazzi – non avevano mai eseguito un elettrocardiogramma in precedenza. In più dai controlli effettuati, è emerso che 658 giovani presentavano delle anomalie del tracciato elettrocardiografico. In 589 casi si trattava di anomalie minori (il 6%), mentre per lo 0,7% –  69 bambini – aveva delle anomalie maggiori. Anomalie che, in molti casi, avrebbero potuto portate alla morte cardiaca improvvisa.

Quest’ultimo è un decesso che si verifica immediatamente dopo la comparsa dei sintomi, in genere entro un’ora dall’insorgenza o anche in assenza di sintomi e che in età pediatrica colpisce circa tre pazienti apparentemente sani su 100.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Omaggio a Gomorra dalle selle Net Saddle

Omaggio alla serie tv Gomorra con le selle Net Saddle, che riportano frasi celebri della ...

Condividi con un amico