Home » Bambini » Sindrome del bambino scosso: nuova campagna informativa

Sindrome del bambino scosso: nuova campagna informativa

Terre des Hommes lancia la campagna “Non Scuoterlo!”. L’organizzazione umanitaria pone così l’attenzione sul delicato tema di una forma di maltrattamento nota come Shaken Baby Syndrome, la Sindrome del bambino scosso. Le conseguenze di uno scuotimento violento a un neonato possono essere gravi, anche mortali.

Secondo gli ultimi dati negli Stati Uniti 30 bambini ogni 100.000 nati l’anno subiscono gravi danni a causa di questa forma di maltrattamento. Per quanto riguarda l’Italia mancano dati ufficiali perché il fenomeno è poco noto e difficile da diagnosticare. Gli esperti spiegano che durante il periodo del Purple Crying, fino ai 18 mesi di vita, il pianto del bambino può essere prolungato e inconsolabile, non legato ad un particolare malessere e spesso si presenta di sera. Il picco solitamente è intorno al secondo mese di vita, per poi decrescere riducendosi notevolmente dopo il primo anno. Per questo è necessario che i genitori siano informati di questa criticità e adottino delle

Lo scopo della nuova campagna firmata Terre des Hommes è sensibilizzare e informare neogenitori su questa sindrome. Della campagna fa parte uno spot tv che vede la presenza dell’attore Alessandro Preziosi.

strategie corrette e informate per mantenere la serenità necessaria per prendersi cura del bambino e imparare a riconoscere i suoi bisogni.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Amici a quattro zampe in ospedale in visita ai pazienti

Gli amici a quattro zampe potranno finalmente entrare in ospedale per fare visita ai pazienti ...

Condividi con un amico