Home » Bambini » Autismo, rischio diminuisce con vitamine in gravidanza

Autismo, rischio diminuisce con vitamine in gravidanza

L’assunzione di vitamine in gravidanza può ridurre il rischio per il nascituro di sviluppare disturbi dello spettro autistico. A sostenerlo è uno studio condotto dal gruppo di ricerca guidato da Elizabeth DeVilbiss della Drexel University di Philadelphia (Stati Uniti).

I ricercatori hanno esaminato 273.107 coppie mamma-bambino. Le donne sono state interrogate rispetto l’assunzione di multivitaminici durante la gestazione, compreso l’uso di ferro e di acido folico, mentre i bimbi sono stati seguiti per i primi anni dell’infanzia e fino all’eventuale diagnosi di autismo.

La ricerca, pubblicata sul British Medical Journal, ha fatto emergere una relazione tra il consumo di multivitaminici (con o senza ferro e acido folico) e un rischio ridotto di dare alla luce un bambino destinato a diagnosi di disturbi dello spettro autistico. Gli esperti spiegano che però servono nuovi approfondimenti e ulteriori conferme per poter arrivare a raccomandare l’assunzione di multivitaminici alle gestanti per cercare di ridurre al minimo il rischio di diagnosi di disturbi dello spettro autistico nei figli.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Medicina: le fake news più pericolose del cancro

Esiste qualcosa di più pericoloso e mortale del cancro? Sì… il vostro computer. E soprattutto ...

Condividi con un amico