Home » Bambini » Obbligo vaccinale: immunizzati. 30% bambini nati tra 2011 e 2015

Obbligo vaccinale: immunizzati. 30% bambini nati tra 2011 e 2015

Con l’introduzione dell’obbligo vaccinale per le iscrizioni a scuola il 30% dei bambini nati tra il 2011 e il 2015 che non erano stati vaccinati sono stati immunizzati. A riferirlo sono gli esperti della Società Italiana di Igiene, Stefania Iannazzo del ministero della Salute e Anna Odone dell’università Vita-Salute di Milano, in un articolo su Lancet Infectious Diseases sulla base dei dati preliminari su cinque regioni.

Dai dati finora disponibili risulta che la copertura tra giugno e ottobre 2017 sia aumentata dell’1% per l’esavalente contro difterite, tetano, pertosse, polio, hemophilus influentiae B ed epatite B, e del 2,9% per morbillo, rosolia e parotite.

Si ricorda che le dodici vaccinazioni devono essere tutte obbligatoriamente somministrate ai nati dal 2017. Ai nati dal 2001 al 2016 invece devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascun anno di nascita. Ossia i nati dal 2001 al 2004 devono effettuare (qualora non abbiano già provveduto) le quattro vaccinazioni già imposte per legge (anti-epatite B; anti-tetano; anti-poliomielite; anti-difterite) e l’anti-morbillo, l’anti-parotite, l’anti-rosolia, l’anti-pertosse e l’anti-Haemophilus influenzae tipo b, raccomandate dal Piano Nazionale Vaccini 1999-2000.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Bimbi nati nei mesi freddi a rischio problemi respiratori

I bimbi nati nei mesi più freddi dell’anno sono più soggetti al rischio di soffrire ...

Condividi con un amico