Home » Bambini » Bambini che dormono male invecchiano prima

Bambini che dormono male invecchiano prima

Il sonno dei bambini è legato alla longevità. A sostenerlo è uno studio condotto da un team di ricercatori dell’università di Princeton secondo cui il sonno dei bambini ha effetti anche sull’invecchiamento delle cellule.

La ricerca, pubblicata sulla rivista medica Journal of Pediatrics, ha coinvolto ben 1.567 bambini di 9 anni, arruolati per lo studio “Fragile Families and Child Wellbeing Study”, progetto che ha l’obiettivo di valutare come evolvono nel tempo le condizioni di salute, gli stili di vita e l’educazione di oltre 200mila persone.

I ricercatori americani hanno dunque analizzato tutti i dati relativi ai bambini, concentrandosi in particolare sulle caratteristiche genetiche e le abitudini relative al sonno ed evidenziando che i bambini che dormono poche ore a notte e in maniera agitata hanno telomeri più corti rispetto ai loro coetanei che riposano bene. I telomeri sono le porzioni di Dna localizzate alla fine dei cromosomi, che hanno il compito di mantenere l’integrità del Dna e dei cromosomi stessi nel corso del processo della divisione cellulare: quando i telomeri diventano troppo corti, le cellule non riescono più a dividersi, generando l’invecchiamento. Secondo gli esperti è importante non sottovalutare quanto scoperto in quanto evidenzia ancora una volta l’importanza di un buon sonno dei bambini.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Grande freddo in arrivo, dal Ministero della Salute 10 consigli per difendersi dal gelo

Dagli esperti del Ministero della Salute 10 consigli per difendersi dal freddo. Con l’arrivo dell’ondata ...

Condividi con un amico