Home » Bambini » Abitudini alimentari sbagliate: raddoppiato rischio carie tra piccoli

Abitudini alimentari sbagliate: raddoppiato rischio carie tra piccoli

Abitudini alimentari sbagliate raddoppiano il rischio di carie tra i più piccoli. L’allarme arriva da uno studio pubblicato sul Journal of Public Health secondo cui quando il consumo di cibo spazzatura è esagerato a due anni, il rischio di sviluppare carie a 5 raddoppia.

La ricerca è stata condotta tra università di Glasgow e di Edimburgo sulla base di dati su alimentazione, cure dentarie e problemi di carie relativi a quasi 4000 bimbi di 2-5 anni di vita. Dall’analisi dei dati sarebbe emerso inoltre che i bimbi che a due anni hanno una scarsa igiene orale (lavare i denti meno di una volta al giorno o non lavarli proprio), presentano un rischio doppio di sviluppare carie già a 5 anni, rispetto ai coetanei che lavano regolarmente i denti.

Gli esperti tornano dunque a sottolineare l’impatto dell’alimentazione sulla salute dei denti in quanto l’assunzione di zuccheri a rapido assorbimento (come quelli di cui sono ricchi dolci e cibo spazzatura in generale), specie se non accompagnata da corrette manovre di igiene orale, comporta processi metabolici che favoriscono accumulo di placca con la creazione di un ambiente eccessivamente acido nel cavo orale. Questo meccanismo promuove l’insorgenza della carie. Dunque, anche se la dentatura da latte è solo temporanea, i ricercatori britannici raccomandano ai genitori di trasmettere ai figli l’importanza dell’igiene orale e di una sana alimentazione fin da piccolissimi.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

In aumento le misteriose “ulcere della carne”

In Australia è quasi allarme globale, con un aumento del 400% di diagnosi per l’Ulcera ...

Condividi con un amico