Home » Bambini » Dieta mediterranea alleata della fecondazione assistita

Dieta mediterranea alleata della fecondazione assistita

Nella dieta mediterranea il segreto per il successo della fecondazione assistita? Secondo uno studio dell’Università Harokopio di Atene le donne che seguono una dieta mediterranea nei sei mesi precedenti il trattamento di fecondazione assistita avrebbero una possibilità significativamente maggiore di dare alla luce un bambino rispetto alle donne che non la seguono.

La ricerca, pubblicata su Human Reproduction, , ha infatti scoperto che le donne che mangiavano più verdure fresche, frutta, cereali integrali, legumi, pesce e olio d’oliva e meno carne rossa, avevano fino al 65-68% di probabilità in più di successo.

I ricercatori hanno valutato la dieta di 244 donne tra 22 e 41 anni tramite un questionario di frequenza alimentare nel momento in cui iniziavano il loro primo trattamento di fecondazione in vitro. Nikos Yiannakouris, a capo del team di ricerca, ha inoltre spiegato che il lavoro precedente del gruppo di ricerca tra i partner maschi ha suggerito che l’aderenza alla dieta mediterranea può anche contribuire a migliorare la qualità dello sperma. I risultati degli studi confermano dunque che gli stili di vita sono molto importanti sia per gli uomini quanto per le donne.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

In aumento le misteriose “ulcere della carne”

In Australia è quasi allarme globale, con un aumento del 400% di diagnosi per l’Ulcera ...

Condividi con un amico