Home » Bambini » Asma aumenta il rischio fratture nei bambini

Asma aumenta il rischio fratture nei bambini

L’asma aumenta il rischio di fratture nei bambini? A questa domanda prova a dare una risposta un ampio studio dei ricercatori dell’Università di Melbourne che hanno raccolto i dati da 91 scuole elementari nella regione australiana del Victoria sud-occidentale, che coprono 16.438 bambini di età compresa tra 3-14 anni.

Gli esperti hanno così identificato 961 fratture a carico di 823 bambini, di cui le lesioni al polso hanno rappresentato il 52 per cento. La ricerca, pubblicata sul Journal of Paediatrics and Child Health, mostrerebbe un rischio maggiore di avere fratture ossee in bambini e ragazzi maschi che hanno sofferto di episodi di respiro sibilante o wheezing.

I ricercatori hanno infatti scoperto che i ragazzi che avevano avuto da uno a tre episodi recenti di respiro sibilante, avevano il 30 per cento in più di probabilità di fratturarsi un osso rispetto chi non ne avevano sofferto. La causa potrebbe risiedere nell’uso dei farmaci steroidei comunemente usati per trattare l’asma pediatrico.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

In aumento le misteriose “ulcere della carne”

In Australia è quasi allarme globale, con un aumento del 400% di diagnosi per l’Ulcera ...

Condividi con un amico