Home » Benessere » La fitoterapia: come stare bene con le piante

La fitoterapia: come stare bene con le piante

Le testimonianze dell’interesse dell’uomo per le piante si perdono nei meandri della preistoria, infatti è possibile trovarle incise su pareti rocciose o su vasellame di terracotta. Per migliaia di anni hanno costituito la principale fonte di rimedi contro le numerose malattie che hanno minacciato l’uomo attraverso la sua storia. Con l’avvento della medicina detta “scentifica” verso la fine del XIX sec. e con la scoperta dei medicinali “miracolosi” (antibiotici, sulfamidici…), la fitoterapia fu ridotta al ruolo sospetto di rimedio empirico, dall’efficacia molto incerta. Ma gli effetti secondari delle nuove medicine di sintesi si rivelarono ben presto e, in seguito a ciò, ci si rivolse di nuovo con fiducia verso le piante medicinali. E’ dagli anni settanta che l’uso delle piante a scopo terapeutico ha incontestabilmente conosciuto un interesse sempre crescente. Più che essere l’effetto di una moda, è una profonda volontà di ritorno verso la natura e si fonda su basi solide e scentificamente controllate.
Ai nostri giorni, i progressi costanti della fitoterapia, in particolare l’identificazione di nuovi principi attivi, la scoperta di nuove proprietà farmacologiche, di nuove forme di utilizzazione più pratiche, più adatte, più efficaci, e gli effetti secondari di certi medicinali di sintesi hanno contribuito in particolare a fare di questa una medicina completa a tutti gli effetti e a presentare le piante come autentici medicinali.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico