Home » Benessere » Ancora belle ad una certa età

Ancora belle ad una certa età

Tutte le donne devono aver cura del proprio aspetto, qualunque sia la loro età, per un rispetto verso se stesse ed i loro cari. I figli in particolare si compiacciono di constatare che la loro mamma, pur avendo raggiunto una certa età, è sempre in ordine, curata e fresca. Non si tratta quindi di voler apparire “giovani” e quindi di truccarsi eccessivamente per rimediare ai disatri del tempo. E’ bene, rinunciare ad ogni artificio troppo vistoso. La signora che ha raggiunto i sessant’anni deve essenzialmente preoccuparsi di essere a posto, cioè in ordine, con la pelle curata, i capelli ben ravviati, emanando così quel senso riposante di compostezza, di dignità che rappresenta il fascino della vecchiaia.
La pelle, invecchiando, si fà più arida, quindi è bene nutrirla abbondantemente usando la notte una crema nutriente, che non cancellerà certo le rughe, ma l’ammorbidirà e la rassoderà in parte. Alla mattina si deve togliere la crema con un batuffolo di cotone imbevuto di detergente, e poi lavarsi con acqua tiepida e sapone neutro. Mattino e sera sono necessari i bagni oculari per rendere l’occhio più vivo e brillante.
Un leggero velo di cipria, dello stesso tono della pelle, non potrà mai star male e lo stesso dicasi per un lievissimo tocco di rosso chiaro alle labbra, che ravviverà appena il colore naturale.
Le frizioni di acqua di colonia, di lozione o di profumo, sono consigliatissime per creare quel delicato alone profumato cui nessuna donna deve rinunciare e naturalmente il profumo deve essere leggero e fresco. Non dimenticare mai di versarvene sulle mani e di spruzzare un poco sulla biancheria e sugli oggetti personali che adoperate di solito.
Allora, nonostante i capelli bianchi, che potete tingere o no, e le sottili rughe del volto, vi sentirete dire dai vostri figli e dai vostri nipoti: “Ma che bella signora!”.

admin

x

Guarda anche

Bimbi nati nei mesi freddi a rischio problemi respiratori

I bimbi nati nei mesi più freddi dell’anno sono più soggetti al rischio di soffrire ...

Condividi con un amico