Home » Benessere » Come occuparci delle nostre mani

Come occuparci delle nostre mani

Ed ora pensiamo alle mani che tanto contribuiscono al fascino femminile, da attirare alle volte quanto un bel volto o un bel paio di gambe. Le mani hanno una loro fisionomia, sono espressive come il viso, denunciano spesso la nostra personalità e perciò non devono mai essere trascurate, anche se per i lavori a cui ci dedichiamo non possono essere delicate e fini come desideriamo. Ricordiamoci che, pur sciupate, hanno una loro poesia, purché naturalmente siano pulite ed in ordine.
Per prima cosa, dunque, pulizia e pulizia scrupolosa. Non lasciamo mai che la sporcizia si accumuli sotto le unghie; piuttosto tagliamole assai corte in modo che spazzolandole energicamente vada via completamente ogni sudiciume. Se le mani sono molto sporche, laviamole con vaselina e poi laviamole con acqua calda e sapone. Risultano pulitissime e morbide.
Se abbiamo usato sostanze irritanti, bagnamole nell’alcool, laviamole con il sapone e quando sono ancora umide spalmiamole di lanolina o oli o creme nutrienti che sono in commercio.
Bisogna sempre ungere abbontantemente le mani, ogni giorno, insistendo su ogni dito intorno all’unghia. Crema, glicerina, vaselina, oli e perfino burro possono fare a nostro caso. Alla mattina ed alla sera, dopo esserci lavate, spargiamo la crema sulle mani, massaggiandola per farla assorbire.
Ci eviteremo tagli, screpolature dolorose, in particolare d’inverno, e manterremo la pelle morbida anche se per i lavori di casa siamo costrette a tenere a lungo le mani nell’acqua.
Facciamo anche uso del limone che cancella le macchie ed imbianca la pelle, se non vogliamo ricorrere a creme e maschere che si trovano in commercio, e della pietra pomice che ha anche il vantaggio di eliminare la formazione di qualche calletto. Le punzecchiature nere che rimangono a lungo sull’indice se si cuce molto, le tracce di certi vegetali, quali le radici, i carciofi, le melanzane ecc scompaiono appunto con questo uso. E le casalinghe ricordino che il cattivo odore lasciato dalla cipolla viene eliminato strofinando il sedano, e quello dell’aglio con il prezzemolo.
Molte donne soffrono di un esagerato sudore alle mani ed ai piedi. Si può eliminare questo inconveniente lavandoli con aceto forte e frizionandoli con borace, glicerina, acqua di rose, o acquistando prodotti in erboristeria o profumeria adatti.
Impariamo a infilarci un paio di guanti per fare la pulizia della casa ed un paio di guanti di gomma per lavare i piatti.
Ne ricaveremo un enorme beneficio: le nostre mani si conserveranno più belle, pur dedicandoci ai più modesti lavori casalinghi.
Abbiamo cura delle nostre unghie, se il nostro genere di occupazione ce lo permette.
Ogni giorno limiamole con la lima a smeriglio, non di metallo, per mantenere perfetta la forma e dedichiamo loro un giorno della settimana.
Prima di tutto togliamo il vecchio smalto con il solvente, diamo alle unghie con la lima la forma desiderata, preferibilmente quadrata che è la più aggrazziata e naturale, e la giusta lunghezza, ricordandoci che le unghie ad artiglio sono orribili e di cattivo gusto. Poi immergiamo le mani per dieci minuti in acqua tiepida insaponata, in modo da ammorbidire la pelle intorno alle unghie e più facilmente respingendola con il bastoncino di legno d’arancio, unto di vaselina, oli o crema speciale.
Tagliamo con l’apposita pinzetta le cuticole che eventualmente possono essersi formate, facendo attenzione a non farci male, perché il posto è delicato e sanguina parecchio.
Nel caso disinfettiamo con alcool. Pennelliamo ora le unghie con smalto trasparente, lasciamo asciugare bene e poi passiamo un smalto colorato a nostro piacimento uguale a quello che useremo per i piedi. Nell’applicare lo smalto, diamo sull’unghia una prima pennellata larga nel centro e rifiniamo quindi i lati. Poi dipingiamo interamente l’unghia o lasciare scoperta la lunetta bianca.
Però bisogna tener conto della forma delle unghie, perchè non sempre queste si prestano. Se sono ovali, lasciamo pure scoperta la lunetta bianca e dipingiamole interamente; se sono rotonde, dipingiamo solo la parte centrale, compresa la lunetta; se sono quadrate, dipingiamo la parte centrale, lasciando scoperta la lunetta. Dopo il primo strato di smalto incolore, aspettiamo almeno 10 minuti per passare al secondo, o applichiamo quello colorato da noi scelto, se no rischiamo di rovinare tutto. Il giorno dopo si può anche passare il fissatore che rende così l’unghia più brillante e ripara lo smalto.
Se non abbiamo molto tempo per occuparci noi della cura delle nostre unghie o non ci piacciono abbastanza ovogliamo qualcosa di più originale, possiamo rivolgerci ad un esperto per la ricostruzione delle unghie, i decori particolari, i french ecc

admin

x

Guarda anche

Bimbi nati nei mesi freddi a rischio problemi respiratori

I bimbi nati nei mesi più freddi dell’anno sono più soggetti al rischio di soffrire ...

Condividi con un amico