Home » Benessere » Conosciamo le ghiandole e gli ormoni: tiroide e ipofisi

Conosciamo le ghiandole e gli ormoni: tiroide e ipofisi

Organi di struttura diversa e producenti liquidi diversi, per composizione e per funzione, ma tutti indispensabili alla vita. Esse si distinguono:
ghiandole a secrezione esterna: hanno grandezza varia: minuscole (sebacee e sudoripare) ed enormi della digestione (fegato e pancreas). Ogni ghiandola trae dal sangue il materiale con cui elabora un liquido speciale che versa alla superficie del corpo (cutanea o mucosa) tramite un canaletto.
I liquidi si distinguono in secreti (necessari per una data funzione del corpo: saliva, bile, succo gastrico, ecc ) ed escreti (sostanze di rifiuto del ricambio: sudore, urine, ecc);
ghiandole a secrezione interna (o endocrine): traggono dal sangue il materiale per fabbricare sostanze indispensabili alla vita (ormoni), ma non hanno alcun canaletto emissario; cedono invece al sangue i loro prodotti sia direttamente sia a mezzo della linfa. Gli ormoni stimolano e regolano l’apporto di nutrimento ai tessuti del corpo (ormoni anabolici); altri invece stimolano e regolano il consumo organico (ormoni catabolici). Le funzioni degli ormoni sono ora antagoniste, ora cooperanti; ma sempre in correlazione tra loro. L’equilibrio fra loro dà lo stato di salute dell’organismo; la disfunzione produce malattie caratteristiche. Interessano particolarmente l’accrescimento: la tiroide e l’ipofisi. La tiroide situata nella parte anteriore del collo al di sotto della laringe, è assai più attiva nell’età dell’accrescimento come appare anche dalla sua massa: alla nascita pesa gr. 3 (1/1000 del peso corporeo); nell’età adulta pesa gr. 25-30 (1/2500 del peso corporeo).
Contiene iodio e la tiroxina tra le sostanze ormoniche più attive secrete. La funzione tiroidea è stimolata da un ormone dell’ipofisi; la tiroide è in relazione con il timo ed altre ghiandole endocrine.
Tra gli effetti sul corpo in accrescimento è lo stimolo all’aumento staturale.
L’iperfunzione determina dimagrimento, statura alta, ma disarmonica; l’ipofunzione determina rallentamento del ricambio: statura bassa, obesità, infantilismo, torpore intellettuale.
L’ipofisi si trova alla base del cranio in una insellatura (sella turcica) dove è ben protetta: è minutissima: alla nascita pesa un decigramma circa; alla pubertà gr. 0,60-0,70. Ha una funzione endocrina preponderante, come quella che regola tutto il sistema endocrino. L’iperfunzione dà aumento forte alla statura (gigantismo disarmonico fino all’acromegalia deforme); la ipofunzione dà infantilismo ipofisario, ecc

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico