Home » Benessere » Il soffocamento e il pronto intervento

Il soffocamento e il pronto intervento

Il soffocamento è il blocco della respirazione dovuto all’occasionale o involontario passaggio, e involontario passaggio, e quindi alla permanenz, di un residuo di cibo o di altri corpi estranei all’interno della trachea invece che nell’esofago.
Il soffocamento si verifica soprattutto nei bambini, specie nei neonati, o nelle persone affette da patologie neurologiche che hanno perso il controllo del normale riflesso della deglutizione.
L’individuo, oltre a non riuscire a respirare non riesce nemmeno a parlare.
Di fronte ad una persona che sta soffocando occorre agire con tempestività, perchè può rischiare la vita.
Per far espellere il corpo estraneo bisogna abbracciare da dietro il paziente, comprimendo con forza, con le mani chiuse a pugno, la parte inferiore del torace: in questo modo si obbligano i polmoni a una espirazione forzata e violenta.
Il corpo estraneo viene buttato fuori di getto.
In alternativa, conviene colpire ripetutamente la persona in crisi respiratoria da corpo estraneo nella parte alta della schiena tra le scapole, facendo attenzione che la testa sia più in basso rispetto al torace.
Tale manovra va attuata soprattutto nei bambini, che possono essere posti a testa in giù con le gambe in alto.
Bisogna stare attenti che i bambini non si buttino sul cibo con avidità. Capita spesso, magari per gola, che i piccoli mettano in bocca pezzi di cibo che non possono essere adeguatamente sminuzzati con la masticazione.
Quando ciò accade il bolo alimentare può non scendere verso l’esofago lungo la sua via naturale e andare invece a intasare la trachea, bloccando così il passaggio dell’aria.
E’ importante prestare attenzione anche ai bambini più piccoli, che giocando potrebbero portare alla bocca ed inghiottire oggetti di piccole dimensioni (bottoni, tappi, monetine, o parti staccate da giocattoli non adatti alla loro età).

admin

x

Guarda anche

Acido folico difende dall’autismo bebè esposti a farmaci

L’acido folico difende dall’autismo il feto esposto a farmaci. A sostenerlo sono dei ricercatori che ...

Condividi con un amico