Home » Benessere » Il chewing-gum utile per la scoperta della malaria

Il chewing-gum utile per la scoperta della malaria

La gomma da masticare al contrario di quanto si è pensato in tutti questi anni, avrà un effetto positivo sulla salute. Infatti, l’Università della California con sede a Los Angeles ha messo a punto un chewing-gum in grado di stabilire la presenza o meno della malaria nell’organismo.
Il prodotto è stato ribattezzato Maliva. Servirà a raccogliere la saliva da usare come parametro per il test sull’infezione, grazie a una scoperta dello scorso anno per via della quale è possibile rintracciare tre delle proteine individuate solitamente dai test sul sangue anche in questo modo.
Si è scoperto che la gomma è corredata da nanoparticelle magnetiche che attraggono le molecole della malaria dalla saliva prodotta dalla masticazione. Passati cinque minuti, la gomma masticata viene applicata su una particolare striscia di carta, sulla quale le nanoparticelle formeranno, in caso di esito positivo dell’esame, una linea sottile, ma visibile.
Già a partire dal nuovo anno, Maliva dovrebbe essere disponibile per i test sul campo e potrebbe rivelarsi particolarmente utile in tutte quelle zone del mondo dove l’infezione è più diffusa e le procedure mediche per il suo riconoscimento sono rese difficili dalle condizioni sanitarie generali.
L’aspetto positivo della gomma è la sua praticità, ma alcuni già avanzano dubbi sulla reale efficacia del test, sostenendo che in realtà gli indicatori della malaria nel sangue sono molto più numerosi di quelli rintracciabili nella saliva.
La ricerca però sta andando avanti e si intende applicare il concetto anche ad altre malattie o comunque ad altre esigenze di ordine medico e igienico.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, bambini con dislessia vedono in modo speciale

I bambini con dislessia vedono in modo speciale. A sostenerlo sono i risultati di uno ...

Condividi con un amico