Home » Benessere » Le regole di base per usare con sicurezza i farmaci

Le regole di base per usare con sicurezza i farmaci

La maggior parte delle persone, e soprattutto gli anziani, fanno uso di farmaci, spesso anche contemporaneamente. Se usate in modo corretto, le medicine sono efficaci: possono essere di aiuto nell’arrestare la diffusione dei processi infettivi, nel ristabilire funzioni compromesse, guarire ferite, alleviare dolori, ecc.
Ma, se non vengono impiegate nel modo appropriato, possono essere di danno al paziente, inducendo esse stesse effetti collaterali e malattie.
L’impiego senza rischi delle medicine necessita di una corretta informazione fornita al paziente da parte del medico e del farmacista.
Attualmente si dispone di un numero sempre maggiore di informazioni sull’uso dei medicinali nella terza età.
Le medicine, nell’anziano, hanno un’azione un pò diversa, per efficacia e possibili effetti collaterali e talvolta dosaggi, rispetto a quando vengono somministrati ad un giovane o ad un adulto.
Questo fatto è il risultato delle modificazioni che avvengono nell’organismo con l’età, i farmaci possono essere eliminati con maggiore lentezza.
Poichè le persone anziane possono spesso avere più malattie contemporaneamente, è comune l’assunzione associata di vari farmaci. Due o più medicine prese insieme potrebbero interagire fra loro, producendo effetti indesiderati anche gravi.
Per questo motivo, è fondamentale riferire al medico, ogni volta si venga visitati, il nome ed il numero dei composti che si stanno prendendo; ciò consentirà di prescrivere le medicine più adatte per ogni situazione.
Per quanto riguarda, invece, i farmaci acquistati senza obbligo di prescrizione medica, i cosiddetti OTC (dall’inglese Over The Counter: farmaci da banco), bisogna ricordare, che il “libero acquisto” non significa sempre totale sicurezza d’impiego, soprattutto se l’assunzione avviene contemporaneamente a quella di altri farmaci.

REGOLE DI BASE PER USO SICURO DEI FARMACI

– Prendere esattamente i farmaci prescritti dal medico e seguire lo schema consigliato. Non attuare variazioni della terapia senza autorizzazione, di propria iniziativa o su suggerimento di un parente o un amico; in particolare non sospendere nè prolungare l’assunzione di farmaci rispetto a quanto indicato, solo in base ad “impressioni” personali. In caso di necessità, il vostro medico o il vostro farmacista di fiducia potranno fornirvi tutte le delucidazioni che desiderate;
– Riferire sempre al medico i problemi incontrati in precedenza con i farmaci ed essere sicuri di ricordare tutto l’elenco delle medicine che si stanno prendendo; eventualmente scrivere delle piccole note sulle confezioni in modo da non dimenticare dosi ed orari;
– Controllare periodicamente l’armadietto dei medicinali, eliminando quelli scaduti negli appositi contenitori situati nei pressi delle farmacie. Controllare sulle confezioni le date di scadenza. Tenere i farmaci lontani dalla portata dei bambini e da fonti di luce diretta e di calore.
– Chiedere al medico od al farmacista, informazioni sugli eventuali effetti collaterali associati ad ogni singolo farmaco; informarsi su quali cibi o bevande sono eventualmente da evitare in concomitanza della somministrazione;
– Avvisare sempre il medico tempestivamente se si notano insoliti cambiamenti dello stato della salute;
– Convincersi che nessun farmaco è miracoloso, ma che spesso può essere di notevole giovamento alla salute. L’eventuale costo delle terapie (ticket) non dovrebbe influenzare l’uso delle medicine quando queste siano necessarie;
– Non esigere sempre dal medico un trattamento con medicinali. Talvolta non è necessario ricorrere ai farmaci per combattere un malessere o uno stato di disagio; il paziente che pretende sempre una ricetta non si comporta in maniera serena e matura.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico