Home » Benessere » Donne e disturbi alimentari

Donne e disturbi alimentari

I disturbi alimentari sono sempre più diffusi tra le donne. E’ in costante crescita il numero di donne che è vittima di bulimia, l’strong>anoressia e altre malattie collegate che influenzano negativamente la loro salute e loro vita.
Da una ricerca dell’Università di Montreal (sezione Dipartimento di Medicina Sociale e Preventiva), diretta dalla dottoressa Lise Gauvin e pubblicata da “International Journal of Eating Disorders” è stato scoperto tramite delle interviste telefoniche, che hanno coinvolto 1500 donne (sane o non sofferenti d’anoressia), d’età media di 31 anni, che circa il 13,7% delle donne è vittima, tra 1 volta a settimana e 5-7 volte al mese, di binge eating, l’impulso incontrollabile di mangiare.
Inoltre, il 2,5%, invece, combatte gli eccessi in modo improprio, ricorrendo al fai-da-te con lassativi o diuretici, oppure tramite il vomito autoindotto. Il 28% si sottopone ad esercizio fisico intenso con l’obiettivo specifico di bruciare calorie e perdere peso.
La dott.ssa Gauvin fa così notare, che la ginnastica o l’utilizzo di farmaci siano egualmente sintomi di cattiva salute e malattie alimentari. Tali procedure non sono infatti mezzi per una vita sana, ma sintomi di un rapporto conflittuale con il corpo e con l’alimentazione, primi segnali di tali disturbi.
In tutto ciò, incide molta la pubblicità, che mette in risalto solo la donna in forma, bella, giovane ed atletica, priva di chili di troppo, oppure esalta eccessivamente le gioie del cibo.
In sostanza, conclude la Gauvin, “Le donne sono esposte a messaggi tra loro contraddittori. Esse, infatti, da una parte sono incoraggiate a perdere peso, ma dall’altra a mangiare per il semplice piacere”.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico