Home » Benessere » In gravidanza non c'e un peso ideale

In gravidanza non c'e un peso ideale

Una ricerca fatta negli Stati Uniti, dallo IOM (Institute of Medicine) consiglia ai soggetti normopeso di “prendere” tra le 25 e le 35 libbre in gravidanza (da 11 a 16 chili circa); al contrario quelle in sovrappeso dovrebbero limitarsi a 7-11 chili mentre le donne obese a 5-9 chili. L’American College of Obstetricians and Gynecologists esorta le neo mamme di dimagrire a prescindere dal peso.
Per alcuni, però, le donne incinte non hanno bisogno del peso forma: possono partorire con qualche chilo in più (o in meno) senza conseguenze per il bambino.
Questo è quanto ha stabilito tramite una ricerca la Ludwig Maximilians University of Munich (Germania), diretta dal dottor Andreas Beyerlein e pubblicata dal “American Journal of Clinical Nutrition”.
L’equipe del dottor Beyerlein ha analizzato la storia clinica di oltre 177.000 parti, avvenuti in Baviera nel biennio 2004-06. In base agli studi fatti, le donne obese possono addirittura perdere 15 chili o aumentarne solo 2 in gravidanza e il bambino nascerà comunque di dimensioni normali.
Le donne sovrappeso possono perdere fino a 7 chili o aumentare fino a 11; quelle normopeso.
I ricercatori tedeschi sostengono così che, anche seguendo le loro linee-guida, la gravidanza avrà esito positivo: il bambino nascerà sano ed il rischio di complicazioni sarà basso.
Ma il dottor Beyerlein li smentisce dicendo che: i risultati della ricerca non sono esaustivi e sopratutto, questa non vuole scatenare una guerra di religione sull’argomento peso e gravidanza.
Ci tiene a ribadire: “Non vogliamo cambiare le linee guida esistenti, ma solo invitare a nuove ricerche per capire qual è veramente il range ottimale di aumento di peso in gravidanza”.

admin

x

Guarda anche

Autismo, rischio diminuisce con vitamine in gravidanza

L’assunzione di vitamine in gravidanza può ridurre il rischio per il nascituro di sviluppare disturbi ...

Condividi con un amico