Home » Benessere » Make-up: il trucco delle egiziane era antibatterico

Make-up: il trucco delle egiziane era antibatterico

Scienziati francesi dell’Ecole Normale Superieure e del Cnrs, il 15 gennaio pubblicheranno il loro studio sulla rivista Analytical Chemistry della American Chemical Society, che riguarda la scoperta secondo la quale, già migliaia di anni fa gli egiziani utilizzavano cosmetici con sostanze a base di piombo, soprattutto per annerire il contorno degli occhi.
Il trucco molto pesante agli occhi, soprattutto delle donne come Cleopatra, non serviva solo a rendere i loro occhi colorati, belli e seducenti, ma anche a proteggerli dalle infezioni. Lo studio diretto da Christian Amatore, Philippe Walter e dal loro team, ha svelato, infatti, che gli antichi egizi, credevano che il trucco avesse un valore “magico”, attraverso cui gli dei Horus e Ra potevano proteggere dalle malattie.
Piccole dosi di piombo contrariamente a quanto si crede, sembra che stimolino la produzione di una molecola di nitrossido che incrementa la funzionalità del sistema immunitario e aiuta a sconfiggere i batteri in caso di infezione.
Gli esperimenti sono stati fatti su 52 reperti di trucco egizio conservati al Louvre, ed hanno mostrato che queste sostanze incrementano la produzione di ossido nitrico fino al 240 per cento in colture di cellule di pelle umana. E proprio l’ossido nitrico sarebbe in grado di migliorare il sistema immunitario e a combattere le infezioni.
Gli scienziati ritengono che gli egiziani usassero prodotti che contenevano due sostanze non presenti in natura, e che quindi già allora, ricorrevano a dei chimici per averi i composti.
Secondo gli studiosi, il trucco egiziano conteneva la laurionite che “aveva effetti che gli egizi potevano definire ‘magici’ , ma che oggi definiamo antibatterici.

admin

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico