Home » Benessere » Dylan Dog in "Mater Morbi", malattia ed eutanasia

Dylan Dog in "Mater Morbi", malattia ed eutanasia

In “Mater Morbi“, l’ultimo numero (il 128) già in edicola di Dylan Dog, il personaggio immaginario protagonista del fumetto horror ideato da Tiziano Sclavi, affronta un tema molto attuale; l’angoscia per il malessere fisico e le patologie nonchè l’eutanasia.
Nell’ultimo episodio il protagonista è in ospedale malato di un male oscuro che lo porta alla morte, ma prima di morire compaiono al suo capezzale due medici: quello che vuole mantenerlo in vita ad ogni costo e quello mosso a pietà, che vorrebbe “portare sollievo alla sofferenza”.
Ma ciò non è piaciuto al sottosergretario alla Salute Eugenia Roccella che ha così commentato: “Ambiguo difendere l’eutanasia come atto di pietà, gli intellettuali dovrebbero chiedersi: perché inseguiamo il mito del corpo sano e della perfezione e rifiutiamo la malattia e la sofferenza?… E poi non è vero quel che dice Dylan Dog: “C’è stato un tempo in cui ero un uomo…”. Anche malati, anche sofferenti si è uomini”.
Ma Roberto Recchioni, sceneggiatore, ha trattato il tema della paura in questo numero ma sottoforma di malattia. Recchioni ha raccontato che Dylan Dog a differenza di molti altri personaggi di carta, richiede una maggiore partecipazione emotiva. Chi scrive una sua storia scrive una parte della sua. Forse proprio conoscendo l’empatia che si genera tra sceneggiatore e sceneggiato che Mauro Marcheselli, ideatore della serie, ha pensato a Roberto, che da sempre combatte con i suoi problemi di salute, per un albo dedicato alla malattia.
Questo numero, ha fatto sapere che Dylan Dog parla della importanza di accettare la malattia. Anzi, c’è persino un personaggio che citando Wittgenstein dice che la cosa peggiore da fare con le malattie è ribellarsi.

admin

0 Commenti

  1. Gradirei molto consigliare alla signora Roccella (in quanto sottosegretario alla salute),prima di “elargire”commenti,critiche,”lezioni”,anche in replica,di dedicare le sue energie al volontariato puro di malati terminali per “alimentare”la sua coscienza;da sapere,inoltre,molti(troppi)malati non possono ricevere la completa assistenza per motivi assurdi:mancano strutture adeguate e lo strazio è peggiore!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico