Home » Benessere » Sanità e violenza sulle donne. Il 6 febbraio è "La Giornata internazionale contro le mutilazioni genitali femminili (mgf)"

Sanità e violenza sulle donne. Il 6 febbraio è "La Giornata internazionale contro le mutilazioni genitali femminili (mgf)"

Domani 6 febbraio si celebra “La Giornata internazionale contro le mutilazioni genitali femminili (mgf)“, “iniziativa che invita ad una grande mobilitazione, ad una battaglia culturale e civile, per l’affermazione dei diritti delle donne”. Il presidente della Commissione Pari Opportunità Donna-Uomo della Toscana, Chiara Grassi, così ha commentato, poi ha aggiunto è un “fenomeno complesso, che si inserisce in un universo di credenze e significati, ma che viola l’integrita’ psico-fisica e morale, arrivando, in casi estremi, a privare della vita stessa”.
“Ogni anno tre milioni di bambine e di donne sono sottoposte ad escissione o mutilazione genitale, una pratica pericolosa e potenzialmente fatale che provoca dolore e sofferenze indicibili – ha evidenziato la Grassi, con alla mano il rapporto Unicef – Le Mgf sono argomento trasversale, perchè non riguardano una storia, una cultura, una religione, ma interessano un complesso intreccio di storie, culture e religioni”.
”Non è un problema solo sanitario, ma è una questione sociale e soprattutto una battaglia culturale da affrontare insieme, potenziando quella rete costituita da enti pubblici, organismi e associazioni, e lavorando su tre livelli: regionale, nazionale ed internazionale”. ”Questa battaglia va affrontata collaborando, una collaborazione mano nella mano, guardando alla dignità di ogni essere umano, uomo o donna che sia, senza distinzione di sesso, genere, razza, religione, lingua, cultura e età, per ridurre diseguaglianze e discriminazioni, e per creare un mondo più giusto”, ha poi concluso la Grassi.

admin

x

Guarda anche

Luce tablet e smartphone minaccia riposo dei più giovani

La luce di tablet e smartphone mette a rischio il riposo dei più giovani. L’allarme ...

Condividi con un amico