Home » Benessere » Osteoporosi: tra 10 anni un nuovo farmaco per la ricostruzione delle ossa

Osteoporosi: tra 10 anni un nuovo farmaco per la ricostruzione delle ossa

Un team di ricercatori del Columbia University di New York, eseguendo una sperimentazione sulla serotonina e sui suoi effetti sull’organismo e sullo stomaco in particolare, hanno scoperto che il farmaco LP533401, così chiamato per ora, ideato appunto per i problemi allo stomaco, bloccando la serotonina ha anche l’effetto di potenziare le ossa. Utilizzato ogni giorno per sei settimane su di un gruppo di topolini affetti di osteoporosi, è riuscito a guarirli completamente anche laddove la malattia era in fase di sviluppo.
La serotonina è spesso associata al benessere psicologico, ma in realtà il 95 per cento di essa si trova nello stomaco, dove ha la funzione di bloccare la formazione di nuove ossa.
Questa sostanza che agisce non solo rallentando la rottura delle ossa, costruisce un nuovo tessuto osseo ed entro 10 anni diventerà una pillola. Esiste già un farmaco in grado di fare altrettanto, il teriparatide, ma dev’essere iniettato. Secondo lo studioso Gerard Karsenty, che ha preso parte alla ricerca: “con decine di milioni di persone nel mondo colpite da questa devastante e debilitante perdita ossea, vi è un’urgente necessità di nuove terapie che non solo arrestino la perdita ossea, ma costruiscano anche un nuovo tessuto osseo. Questi risultati dimostrano che stiamo lavorando duramente per sviluppare questo tipo di trattamento per i pazienti”. L’esito della ricerca è apparso su Nature Medicine.

admin

x

Guarda anche

Cannella brucia grassi

Cannella spezia brucia grassi. A descrivere le proprietà della celebre spezia è uno studio dello ...

Condividi con un amico