Home » Benessere » L'ictus non risparmia nemmeno i bambini

L'ictus non risparmia nemmeno i bambini

Dal reparto di pediatria del Children Hospital di Philadelphia sono stati pubblicati i risultati di uno studio che ha analizzato l’ictus ischemico delle arterie nei bambini, dove può saltare immediatamente all’occhio.

Tra il 2003 e il 2009 sono stati colpiti 90 bambini e la loro età media è di 6 anni; durante il corso della ricerca si è scoperto che nei piccoli, l’ictus é ricorrente, si può presentare anche un mese dopo il primo.

Il primo ictus é impossibile da diagnosticare non potendo essere riconosciuto fino quando non se ne verificano altri.

Il problema é che con l’ictus arrivano poi ulteriori malattie, quali l’anemia falciforme e altre condizioni gravi legate a problemi di cuore. Ciò che stupisce é che i sintomi riscontrati dai bambini sono identici a quelli degli adulti, con la differenza che non vengono diagnosticati in tempo.

Vi è dunque, un’improvvisa perdita di funzioni neurologiche che compromette la visione o il linguaggio; secondo i ricercatori é più difficile riconoscerlo nei bambini perché loro non riescono a descrivere con i dovuti modi i loro sintomi.

Gli studi sono nella fase iniziale, infatti, si pensa di trovare la giusta cura nei casi di emergenza e soprattutto, qualora fosse possibile, riuscire a prevenire l’ictus.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico