Home » Benessere » La dieta mediterranea riduce la percentuale di mortalità

La dieta mediterranea riduce la percentuale di mortalità

Un gruppo di ricercatori, da una meta-analisi degli studi epidemiologici sulla dieta mediterranea, con a capo Alessandro Casini dell’Università di Firenze, ha pubblicato sul British Medical Journal, il risultato conseguito.

Secondo la ricerca, questo modello alimentare riduce del 9% la mortalità totale, sempre del 9% l’incidenza o mortalità per malattie cardiovascolari, del 6% l’incidenza o mortalità per tumori e del 13% per Alzheimer e Parkinson.

Pertanto, è emerso che gli italiani che ricorrono alla dieta mediterranea hanno un’aspettativa di vita più lunga, potendo sperare di vivere, gli uomini mediamente fino a 78,6 anni e le donne fino a 84,1 .

L’evidenza di tale situazione avrebbe spinto sempre più aziende del settore alimentare a concentrare la propria ricerca verso prodotti sempre più salutari e l’offerta di sostanze alimentari che comprendano quegli elementi di base che compongono la dieta mediterranea, come ha fa la Buitoni, da anni.

Eredità tramandata anche alla Nestlé, che da sempre fonde la qualità della grande cultura artigianale con la ricchezza dell’innovazione industriale, dando vita ad un’ esperienza di respiro internazionale, “Italian way of life” nel mondo.

La Nestlé e la Buitoni, infatti, vogliono incoraggiare e supportare il consumatore nel compiere scelte consapevoli sul proprio stile alimentare, per una vita equilibrata all’insegna del benessere, sviluppando prodotti per un’alimentazione corretta ed equilibrata.

admin

x

Guarda anche

Simil-influenza mette a letto 100mila italiani

Sono almeno 100mila gli italiani alle prese con una sindrome simil-influenzale. Le temperature insolitamente alte ...

Condividi con un amico