Home » Benessere » Make-up occhi: gli ombretti

Make-up occhi: gli ombretti

Gli ombretti si applicano sulle palpebre per valorizzare e far risaltare il proprio sguardo. Per far si, occorre applicare innanzitutto tonalità che contrastino con il colore delle proprie iridi (che pertanto le evidenzino).

Dunque, mai stendere sulle palpebre ombretti dello stesso colore degli occhi, tranne nel caso di occhi castani, perché il marrone è una tonalità naturale che si adatta a qualsiasi colore di iride. Naturalmente, altre variabili da prendere in considerazione nella scelta dell’ombretto giusto sono anche il colore dei capelli e del proprio incarnato: il colore dovrà essere in armonia con tutto l’insieme del viso (ad esempio, una rossa dagli occhi castani non dovrà mai applicare un ombretto viola, in quanto stonerebbe troppo nell’insieme).

Solitamente il colore si applica uniformemente su tutta la palpebra mobile, sfumandolo verso l’arcata sopraccigliare (che dovrà essere più chiara), ed intensificando il colore lungo tutta l’attaccatura delle ciglia e soprattutto nella coda finale dell’occhio, dai tre quarti in poi dello stesso, per conferire allo sguardo una maggiore intensità e profondità.

Si dovranno applicare colori chiari sulla palpebra mobile se si cerca di ingrandire l’occhio, mentre quelli scuri sono adatti ad occhi sporgenti o a chi vuole rimpicciolire lo sguardo. In commercio gli ombretti si trovano in due diverse texture: in crema o in polvere.

Quelli in crema, che si stendono più facilmente e rapidamente, sono sicuramente più adatti a palpebre segnate ed avvizzite, ma presentano lo svantaggio di formare subito delle “righine”, dovute ai continui movimenti di apertura e chiusura degli occhi, perciò andrebbero ritoccati continuamente.

Quelli in polvere, invece, hanno una maggiore durata nel corso delle ore, ma sono un pò più difficili da applicare e soprattutto poco adatti ad una palpebra segnata dall’età o dalla stanchezza, in quanto seccano la pelle ed evidenziano ancor più le rughette, specialmente se sono perlati.

Per il giorno sono consigliabili tonalità tenui e preferibilmente opache, mentre più indicati per la sera sono gli ombretti dai colori decisi o i madreperlati (che essendo dotati di microparticelle riflettenti, sono più vistosi e quindi più adatti alle luci della sera).

Come già accennato, è molto importante non applicare mai ombretti dello stesso colore sulle palpebre di occhi verdi o azzurri, in quanto l’occhio, anziché essere evidenziato, verrebbe come nascosto e mimetizzato da una macchia dello stesso colore.

Bisogna pertanto applicare tonalità di ombretto che contrastino con il proprio colore degli occhi. Indicatissimi per le iridi verdi o azzurre sono ombretti color prugna, viola, vinaccia o melanzana, oltre ai bronzi, il rame ed il nero. Gli occhi marroni sono quelli che invece possono veramente permettersi qualsiasi tonalità di ombretto, soprattutto quelle più audaci ed insolite, come il verde o l’azzurro appunto, che fanno risaltare incredibilmente questo colore di iride.

a cura di Rossano De Cesaris
Make-up artist

admin

x

Guarda anche

Borotalco: potrebbe causare malattie. Condannato il produttore

Profumato, naturale, bello da vedere… ci rotoliamo dentro i neonati … ce lo spargiamo addosso ...

Condividi con un amico