Home » Benessere » Scoperto il gene che causa il tumore ai polmoni

Scoperto il gene che causa il tumore ai polmoni

Da una ricerca condotta dalla Mayo Clinic (USA), diretta dal genetista Ping Yang e pubblicata su “Cancer Oncology”, si è scoperto che non fumare non basta.

I tumori polmonari potrebbero comparire anche in chi non ha mai toccato una sigaretta, ciò dipenderebbe dal gene “GPC5”, la cui scarsa attività sarebbe la causa della patologia.

I ricercatori hanno coinvolto 754 volontari, tutti fumatori che avevano fumato in tutta la vita massimo 100 sigarette e ne hanno prelevato il DNA.

I reperti sono stati poi analizzati per rilevare differenze genetiche che convalidassero l’ipotesi di un maggiore rischio a contrarre la malattia.

Inoltre, hanno sottoposto queste persone ad un questionario per capire il loro stato di salute, con particolare attenzione alle malattie respiratorie croniche, l’esposizione al fumo passivo e l’incidenza familiare del tumore ai polmoni.

Ebbene, hanno individuato due tratti di genoma, che sarebbero capaci di attivare o disattivare il GPC5. I

I test successivi hanno poi dimostrato che in caso di adenocarcinoma (il più diffuso tra i cancro ai polmoni), l’attività del gene in questione è minore del 50% della norma.

Gli scienziati in una fase successiva hanno selezionato le 44 alterazioni genetiche più comuni reperite durante la prima fase dello studio e hanno suddiviso i portatori delle anomalie in due gruppi, a metà dei quali era già stato diagnosticato un tumore ai polmoni.

Un altro studio effettuato su 530 pazienti, ha poi ulteriormente confermato le ipotesi degli studiosi circa la “colpevolezza” del gene Gcp5.

admin

x

Guarda anche

Cucina vegana? A volte è più grassa dell’onnivora

Siamo sicuri che vegano uguale salute? Non tanto. Prima di tutto perché togliendo alcune proteine ...

Condividi con un amico