Home » Benessere » Espianto di organi al Piemonte di Messina: giovane di 36 anni muore e salva 4 vite

Espianto di organi al Piemonte di Messina: giovane di 36 anni muore e salva 4 vite

Un uomo di 36 anni con un problema di natura vascolare a livello cerebrale è andato in coma irreversibile: la sua morte è stata dichiarata intorno alle 3 di ieri mattina.

Poche ore dopo, secondo la volontà espressa dai familiari, l’equipe dell’Ismett di Palermo, l’Istituto mediterraneo per i trapianti e terapie ad alta specializzazione, ha eseguito perfettamente, con la collaborazione di un cardiochirurgo del Papardo e dell’equipe chirurgica del Piemonte, l’espianto di entrambi i reni, del cuore e del fegato.

Gli organi di questa persona, sono stati trasportati in elicottero a Palermo, e da li verranno mandati verso le località dove c’è chi attende di riceverli.

Per l’ospedale Piemonte di Messina è stato effettuato il primo espianto di organi del 2010 a Messina e provincia. Ed è anche il primo espianto di cuore mai effettuato nel nosocomio di viale Europa.

In Italia secondo i dati forniti dal Centro Nazionale Trapianti, sono stati 3164 i pazienti trapiantati nel 2009 contro i 2932 del 2008, per un aumento percentuale tra organi solidi, tessuti e cellule pari al 10,5 per cento.

Dopo un lieve calo osservato negli ultimi due anni, i dati registrati nel corso del 2009 rilanciano l’espianto degli organi in Italia, che comunque si colloca nei primi posti in Europa, per la trapiantologia.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico