Home » Benessere » Milano capitale di fumatori minorenni

Milano capitale di fumatori minorenni

Milano risulta essere la città italiana con il più alto tasso di fumatori minorenni. Il dato è emerso da uno studio condotto da AstraRicerche e promosso dalla Fondazione Veronesi e dall’Assessorato alla Salute del Comune di Milano.

Ebbene, su un campione di 4372 studenti, presi dai 23 istituti superiori milanesi, si è rilevato che ben 20 minorenni su 100 fumano, rispetto ai 12 della media nazionale.

Il risultato è stato reso noto durante la presentazione della “Giornata mondiale senza tabacco del 2010”, a sottolinearlo l’Assessore alla Salute del Comune di Milano Giampaolo Landi di Chiavenna, il quale ha detto: la situazione richiede un “intervento immediato, con un approccio che raggiunga efficacemente i giovani”.

In un altro sondaggio, condotto sempre da AstraRicerche, si è evinto che l’incentivo più forte per convincere i giovani a smettere di fumare sarebbe quello di proibire le sigarette ai minori di 16 anni.

Al secondo posto di questa classifica, invece, mostrare ai baby fumatori i danni del fumo nel corpo umano attraverso vere e proprie immagini shock.

Importante è considerata anche la realizzazione di corsi antifumo nelle scuole.
Tra le cause che spingono gli adolescenti ad avvicinarsi al fumo ci sarebbe la voglia di placare stress e ansia, dati da preoccupazioni scolastiche e non.

Inoltre emerge che per appartenere ad un gruppo, fumare avvicina, integra, è un appoggio fondamentale nel riconoscimento di una propria identità personale nella fase adolescenziale.

admin

x

Guarda anche

Malattie respiratorie sempre più diffuse: ecco regole di prevenzione

Malattie respiratorie sempre più diffuse tra i bambini. Ogni anno il 30 per cento dei ...

Condividi con un amico